Petardi e fumogeni contro l’assenza delle aule

La protesta degli studenti del ‘De Franchis’ contro i ‘colleghi’ del Galilei

(foto di repertorio)

Un corteo di studenti che protesta contro il rischio di dimensionamento del proprio istituto e durante la manifestazione vengono urlati cori offensivi e lanciati anche petardi. E’ quanto accaduto lunedì durante il corteo di protesta organizzato dagli studenti dell’istituto De Franchis di Piedimonte Matese che ‘contendono’ le aule al liceo scientifico Galilei.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La vicenda è molto delicata ed è stata al centro anche di un incontro coi rappresentanti della Provincia nei giorni scorsi. Ma durante il corteo non sono mancati momenti di tensione, quando alcuni studenti hanno lanciato petardi tra i compagni. La situazione, come si capisce, è molto tesa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuole chiuse in Campania fino al 30 ottobre per il coronavirus

  • Blitz all'alba: 38 arresti. Fiumi di coca, marijuana ed hashish 'coperto' da vedette TUTTI I NOMI

  • Il coprifuoco di De Luca: stop agli spostamenti fra le province, attività chiuse dalle 23

  • Nuovo record di contagi in un giorno: 321 nuovi casi e 2 morti

  • Il Covid colpisce ancora: 187 nuovi positivi nel casertano

  • Doppiato il record di contagi: 284 casi e 2 decessi nel casertano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento