menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Naim e Apperti contestano la proroga del comandante De Simone

Naim e Apperti contestano la proroga del comandante De Simone

"Proroga al comandante della Municipale immotivata"

I consiglieri di Speranza per Caserta contestano la decisione dell'amministrazione comunale

"L'amministrazione e il sindaco Carlo Marino operano in completo spregio non solo della norma, ma anche delle tasche dei già tartassati cittadini casertani". Così il gruppo consiliare di Speranza per Caserta, costituito dai consiglieri Francesco Apperti e Norma Naim, ha commentato la proroga fino al 31 dicembre 2020 del contratto del comandante della polizia municipale di Caserta, Luigi De Simone.

"La normativa in materia è chiara: un Ente locale, per di più in dissesto finanziario, non può ricorrere a professionalità esterne qualora esista già, in pianta organica, una risorsa di profilo adeguato a ricoprire una determinata mansione - precisano i due consiglieri comunali che presenteranno ad horas una interrogazione per ottenere chiarimenti sulla decisione dell'amministrazione comunale - Nella delibera di Giunta numero 139 del luglio 2017, in cui si autorizzava il comando in ingresso dal Comune di Gragnano del tenente colonnello Luigi De Simone, alcuni mesi dopo il trasferimento in comando del precedente comandante Alberto Negro presso il Comune di Marcianise, si legge testualmente: a seguito di attività di ricognizione interna è emersa la mancanza, nell’organico dell’Ente, di figure professionali idonee ad assumere stabilmente il comando del corpo di polizia municipale di Caserta. Inoltre, si precisava che era verificata la neutralità economica della complessiva operazione di comando compensativo, altrimenti preclusa alla scrivente amministrazione in considerazione delle pressanti limitazioni imposte dal bilancio di previsione".

Come è noto, l’ex comandante, il tenente colonnello Negro è rientrato in servizio a Caserta dal 1° gennaio; nonostante ciò, negli ultimi giorni il sindaco ha riconfermato De Simone alla guida della polizia municipale.

"E’ evidente che la neutralità economica non sussiste più, anzi si profila un possibile danno erariale per l’utilizzo di una alta professionalità in comando da altro ente pubblico (il Comune di Caserta si accolla le spese per la retribuzione di De Simone), sebbene l’Ente abbia alle sue dipendenze un professionista che ha già guidato il comando di polizia municipale per ben otto anni dal 2009 al 2016, facendosi peraltro apprezzare e ben volere dalla cittadinanza", concludono Naim e Apperti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento