rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Attualità Lusciano

"Rimpasto di stipendi tra assessori, pantomima del sindaco"

Opposizione consiliare su tutte le furie: "Esecutivo che ha il sapore di antico"

“La montagna ha partorito un topolino. Ci ritroviamo con una nuova giunta che sa di vecchio e antico, senza dare alcuna spiegazione sulla pantomima tenuta in questi giorni. Facciamo comunque gli auguri di buon lavoro agli assessori incaricati. Avevamo chiesto coraggio al sindaco Nicola Esposito, di dare una nuova giunta di spessore e qualità al nostro abbandonato paese ed invece ci ritroviamo in una situazione peggiore di prima. Ecologia, cimitero e Istruzione sono deleghe lasciate fuori dalla giunta; evidentemente i rifiuti, la pulizia e le scuole sono argomenti poco importanti per la maggioranza. Il sindaco continua a tenere gelosamente con sé la tanto amata “urbanistica”. Non si intravede uno spiraglio, una spinta propulsiva che possa dare risposte alle tante problematiche del nostro paese. Più che un rimpasto di giunta, a noi sembra un rimpasto di stipendi tra assessori”. Questa la nota molto polemica presentata dai consiglieri comunali di opposizione del gruppo “Lusciano che Vorrei” (composto da Dominga Inviti, Enrica Rosa Granieri, Francesco Palmiero e Filippo Ciocio) dopo il decreto firmato dal primo cittadino col quale è stato scelto il nuovo esecutivo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Rimpasto di stipendi tra assessori, pantomima del sindaco"

CasertaNews è in caricamento