rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Attualità Cellole

Cumuli di rifiuti fuori ai condomini, Moretta: "Ripristinare la raccolta porta a porta"

Il presidente dell'associazione 'Baia Felix' convoca tutti gli amministratori dei condomini di Baia Felice: inviato un documento condiviso al commissario prefettizio

Ripristino immediato della raccolta differenziata 'porta a porta' nei condomini privati. E' questo quanto richiesto dall'associazione 'Baia Felix', presideuta da Gaetano Moretta, che ha convocato tutti gli amministratori dei condomini di Baia Felice per sottoscrivere un documento condiviso indirizzato al commissario prefettizio del Comune di Cellole, Savina Macchiarella, e al comandante della polizia municipale Pierluigi Casale.

La richiesta in particolare fa riferimento al ripristino dell'utilizzo di mezzi idonei cosi come svolto dalle ditte preposte negli anni precedenti. "Non essendo stata predisposta tale strategia oggi i rifiuti di tutti i parchi e condomini vengono per forza depositati all'esterno dei cancelli di ingresso creando cumuli ai quali si sommano poi gli scarichi di rifiuti degli incivili di turno, creando cosi una situazione al quanto rischiosa - sottolinea in una nota l'associazione 'Baia Felix' - Una vera e propria emergenza rifiuti che mina la salute degli utenti soprattutto in questa fase post-Covid19 estremamente delicata per l'igiene pubblica".

"Inoltre è stato segnalato nello stesso documento (protocollato il 7 giugno 2020) lo stato di abbandono e di degrado della baia dovuta alla mancanza di spazzamento e di manutenzione dell’illuminazione pubblica - aggiunge - Nel documento è stato allegato e predisposto anche il piano di ritiro delle chiavi e telecomandi di accesso alle aree dei condomini con tutti i rispettivi recapiti riportati documento. Nei prosssimi giorni e weekend attendiamo un intervento deciso e risolutivo da parte del Comune di Cellole".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cumuli di rifiuti fuori ai condomini, Moretta: "Ripristinare la raccolta porta a porta"

CasertaNews è in caricamento