Sabato, 25 Settembre 2021
Attualità

Rifiuti a peso d'oro: Caserta tra i 5 capoluoghi più cari d'Italia

I residenti pagano oltre 290 euro per la nettezza urbana. In provincia Castel Volturno la più costosa

A Caserta ogni cittadino spende 290,54 euro per i rifiuti. Emerge dal dossier di Openpolis che analizza la gestione dell'igiene urbana nei comuni al voto, ponendo la propria attenzione sui grandi centri al voto al 31 dicembre 2019. 

Dalle tabelle emerge come i cittadini del Capoluogo di Terra di Lavoro paghino più di quelli delle grandi città (pure loro chiamate alle urne il prossimo 3 e 4 ottobre) come Milano (207,98 euro), Roma (273,77), Napoli (223,82), Torino (230,93 euro), Bologna (206,95 euro). La spesa complessiva a Caserta supera i 21 milioni di euro l'anno. 

Inoltre, Caserta città è il quinto capoluogo per spesa procapite dopo Venezia, Pisa, Cagliari e Vincenza. A livello provinciale Caserta viene superata solo da Castel Volturno (293 euro pro capite di spesa) che sconta però la presenza di circa 15mila stranieri irregolari che, sia pure non censiti producono immondizia e quindi generano costi di gestione. In Campania la città con una spesa maggiore procapite è Stella Cilento, in provincia di Salerno, con ben 1133,44 euro pagati da ogni residente. Completano il podio Casalbore, in provincia di Avellino, con 688 euro e Capri con 635 euro. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti a peso d'oro: Caserta tra i 5 capoluoghi più cari d'Italia

CasertaNews è in caricamento