Attualità

I rifiuti all’Anfiteatro scatenano il rimpallo delle colpe

Il caso denunciato dal Movimento 5 Stelle provoca la reazione della Soprintendenza contro il Comune

I rifiuti sversati all'Anfiteatro Campano

La lettera inviata dalla deputata del Movimento 5 Stelle Marianna Iorio alla Soprintendenza di Caserta sui rifiuti versati nell’area nord dell’Anfiteatro Campano di Santa Maria Capua Vetere ha causato un immediato rimpallo di responsabilità tra Soprintendenza e Comune.

L’esponente grillino, dopo la segnalazione dei cittadini e dei consiglieri comunali Silva Cauli e Angelo Alfano per la presenza di rifiuti nell'area delle cosiddette “Natatie", alle spalle dell'Anfiteatro, ha presentato la questione alla Soprintendenza chiedendo un intervento per la rimozione dei rifiuti. Nella lettera della Iorio si fa riferimento anche alla possibilità di coinvolgere il Comune, pur specificando che “da un recente colloquio avuto con la Direzione dell’Anfiteatro Campano l’area sarebbe di competenza della Soprintendenza”.

discarica anfiteatro-2

Quest’ultima ha però specificato, in una missiva di risposta alla parlamentare, che dopo aver effettuato un sopralluogo l’area è stata ritenuta di competenza “del parco urbano del Comune”, comunicando quindi all’Ente la richiesta per la “rimozione dei rifiuti e di mettere in atto tutti gli interventi volti a preservare l’area interessata dagli versamenti, al fine di garantire il decoro urbano e la tutela del bene”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I rifiuti all’Anfiteatro scatenano il rimpallo delle colpe

CasertaNews è in caricamento