menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lastre di eternit all'esterno del Condominio Pineta Riviera di Mondragone

Lastre di eternit all'esterno del Condominio Pineta Riviera di Mondragone

Amianto vicino al condominio, i residenti allertano ministro e carabinieri | LE FOTO

Nuova denuncia dei condomini di Pineta Riviera: "Una bomba ecologica a pochi metri dalle abitazioni"

Rifiuti tossici vicino al Condominio Pineta Riviera di Mondragone. Scatta una nuova protesta dei residenti che hanno inoltrato una lettera al Ministero dell'Ambiente, oltre che al sindaco Virgilio Pacifico, all'Asl di Caserta, all'Arpac, a carabinieri e polizia municipale per rivendicare con forza il loro diritto a "vivere in un ambiente salubre".

I condomini, per il tramite del loro amministratore Fernando Sposato, hanno segnalato l’abbandono di pericolosissimi rifiuti tossici riferiti a lastre di amianto in pessimo stato di conservazione, posti nelle immediate vicinanze del muro di confine nord/ovest del condominio. "Tali rifiuti giacciono in stato di totale abbandono da diversi anni, appena nascosti da vegetazione spontanea - si legge nella lettera - Gli stessi furono avvistati da alcuni condomini già nel mese di ottobre del 2018, e la loro presenza fu subito segnalata all’amministratore del condominio, il quale provvedeva già in data 11 ottobre 2018 ad avvisare a mezzo pec della presenza degli stessi all’amministrazione comunale, l’Asl ed il Comando di polizia municipale di Mondragone. Da allora nulla è cambiato, questi rifiuti tossici sono ancora lì, oggetto di progressivo e naturale degrado, fonte sempre più rilevante di dispersione nell’aria di gran quantità di fibre di amianto".

La preoccupazione è tanta, soprattutto perchè il Condominio Pineta Riviera è un complesso residenziale composto da 104 immobili, in parte abitati tutto l’anno, ma che nel periodo estivo raggiunge la sua massima affluenza con centinaia e centinaia di persone e la presenza di moltissimi bimbi ed adolescenti. "Queste lastre di eternit sono situate ad un paio di metri dal muro di cinta del condominio, a circa 20-30 metri dalle prime abitazioni, e soprattutto, a circa dieci metri da un piccolo angolo di prato con panchine ed illuminazione, che è un tipico sito di ritrovo dei giovanissimi - spiega l'amministratore Sposato nella lettera - Questa situazione per i condomini è una vera e propria bomba ecologica, perchè in presenza di vento, le fibre di amianto raggiungono facilmente l’interno del parco contaminando l’aria che tutti respirano".

L’assenza di qualsiasi tipo di provvedimento e la mancanza di comunicazione da parte delle autorità interessate dalle segnalazioni fatte dal condominio, rende la situazione grave e preoccupante, e gli abitanti del Pineta Riviera si sentono ignorati ed abbandonati. "L’articolo 32 della nostra Costituzione tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, lo stesso cita che la Legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana”. Di qui la nuova protesta con la richiesta di azioni concrete volte alla risoluzione della problematica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Attualità

La Dea bendata bacia il casertano: vinti oltre 33mila euro

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Covid si porta via il proprietario di 'Tenuta Pegaso'

  • Cronaca

    Speranze di 'zona gialla' per la Campania dal 26 aprile

  • Cronaca

    Il Covid contagia il presidente de 'Il Sorriso di Padre Pio'

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento