Abusi edilizi, supermercato trascina il Comune in tribunale

Il ricorso al Tar dopo la sospensione dell'agibilità da parte dell'Ente

“Questo supermercato non s'ha da fare, né domani, né mai”: 'ritoccando' la celebre frase dei 'Bravi' al povero don Abbondio ne “I promessi sposi” di Alessandro Manzoni si può affrontare la querelle che finirà (forse) per concludersi davanti al Tar della Campania. Il 'pomo della discordia' è rappresentato appunto dal supermercato che dovrebbe nascere in via Nunziale Sant'Antonio a Trentola Ducenta: l'amministrazione comunale guidata dal sindaco Andrea Sagliocco ha infatti avviato dei controlli scoprendo, dopo il blitz dei vigili urbani, presunti abusi edilizi che hanno portato alla sospensione, sine die, dell'agibilità del locale commerciale.

Una querelle che va a 'mischiarsi' anche alla vicenda politica perché il locale commerciale è di proprietà della Monaco S.r.l., di Rosaria Monaco, titolare anche di una famosa cioccolateria a Trentola (ne ha un'altra anche a Santa Maria Capua Vetere) ma soprattutto candidata al consiglio comunale con la lista 'Siamo Trentola' a sostegno di Michele Apicella.

La 43enne Rosaria Monaco, difesa dall'avvocato Michele Romaniello, ha presentato ricorso al Tar per l'annullamento (e quindi prima la sospensione) del provvedimento di sospensione della SCA (Segnalazione Certificata per l'Agibilità) e di tutti gli atti connessi e conseguenziali.

Il blitz dei vigili urbani sarebbe partito in seguito alla denuncia di alcuni commercianti di via Nunziale Sant'Antonio, contrari al nuovo supermercato. All'esito dei controlli sarebbero stati verificati alcuni abusi edilizi che quindi hanno permesso di notificare il provvedimento di sospensione della SCA. Per l'avvocato difensore di Rosaria Monaco sono "provvedimenti illegittimi e vanno pertanto annullati".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per la difesa dell'Ente guidato dal sindaco Sagliocco invece è stato scelto l'avvocato Rodolfo De Vivo, con studio legale a San Giuseppe Vesuviano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bambino casertano di 3 anni trovato morto vicino al fiume

  • Coronavirus, contagiata una 16enne. Scuole chiuse: “Proroga inevitabile”

  • Pasqua in quarantena per il coronavirus. De Luca proroga l'isolamento

  • Coronavirus. Nuovi positivi a Capua, Francolise e Pietramelara

  • Muore 32enne in ospedale, effettuato il tampone

  • Coronavirus, altri 47 tamponi positivi in Campania

Torna su
CasertaNews è in caricamento