La 'guerra' dell'Asi Beach si sposta al Tar, ricorso della ditta di rifiuti chiusa dal sindaco

La società ha presentato ricorso contro l'ordinanza di abbattimento delle opere abusive

Si sposta sul piano giudiziario la battaglia tra il Comune di Marcianise e la Lea, la ditta di trattamento rifiuti con sede nella zona Asi chiusa con un’ordinanza del sindaco Antonello Velardi. Lo scorso luglio l’azienda ricevette il decreto di chiusura per le carenze in materia di sicurezza registrate in un sopralluogo svolto dai vigili del fuoco.

Ora però è arrivata la contromossa da parte ella società, che tramite l’avvocato Lorenzo Lentini ha presentato ricorso al Tar della Campania contro l’ordinanza n. 184 del 28 giugno scorso con la quale si ingiungeva la demolizione di presunte opere abusive nel complesso produttivo della società entro il termine di 90 giorni.

L’Ente ha quindi deciso di costituirsi in giudizio per difendere la “bontà” del provvedimento preso contro la Lea, affidando l’incarico legale all’avvocato Sabatino Rainone.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Quasi 2mila guariti nel casertano. Cala percentuale dei positivi

  • Morti altri 8 pazienti ricoverati col Covid: 589 nuovi positivi nel casertano

Torna su
CasertaNews è in caricamento