rotate-mobile
Attualità Santa Maria Capua Vetere

Cittadina impugna il Puc ma il Tar boccia il ricorso

La ricorrente ha chiesto l'annullamento ma il piano urbanistico comunale era già cambiato

Una cittadina impugna la delibera con la quale era stato adottato il Puc; nelle more del giudizio il Comune lo modifica e il Tar dichiara improcedibile il ricorso.

E' la vicenda che vede protagonista una cittadina sammaritana, assistita dall'avvocato Pasquale Lista, che ha proposto ricorso all'ottava sezione del Tar Campania contro il Comune di Santa Maria Capua Vetere, rappresentato dall' avvocato Paolo Centore, per l'annullamento della delibera di giunta del settembre 2020 con cui è stato adottato il Piano urbanistico Comunale e il rapporto di Valutazione ambientale strategica adottato nell'ottobre 2020.

La ricorrente, proprietaria di alcuni terreni nella città del Foro, si doleva della classificazione operata dal Puc relativamente ai lotti di sua proprietà ritenendoli inedificabili oltre che contestare l'illegittima inclusione degli stessi nella rete viaria comunale della stradina privata di pertinenza.

L'avvocato Centore, difensore dell'ente sammaritano, ha eccepito l'improcedibilità del ricorso sul rilievo che l'amministrazione ha proceduto alla nuova adozione del Puc modificato  a seguito della disamina delle osservazioni dei cittadini. 

Il presidente Alessandro Tomassetti dell'ottava sezione del Tar Campania ha quindi dichiarato improcedibile il ricorso determinando la piena legittimità del nuovo Puc di cui si è dotato l'ente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cittadina impugna il Puc ma il Tar boccia il ricorso

CasertaNews è in caricamento