rotate-mobile
Attualità Gricignano di Aversa

Link senza credenziali per il consiglio comunale da remoto: Caiazzo vince la sua battaglia al Consiglio di Stato

L'attuale candidata a sindaco ha ottenuto l'annullamento degli atti deliberati dall'assise in sua assenza

Con un’importante pronuncia, destinata a fare giurisprudenza nel panorama delle convocazioni delle sedute consiliari degli Enti Locali, il Consiglio di Stato accoglie l’appello proposto dall’avvocato amministrativista Paolo Centore nell’interesse della consigliera comunale di Gricignano d’Aversa,  Anna Michela Caiazzo, attualmente candidata Sindaco per la tornata elettorale dell'8 e 9 giugno 2024.

La consigliera aveva impugnato le delibere relative al bilancio di previsione e la successiva variazione d’urgenza perché, al momento della convocazione della seduta in modalità mista (cioè, in presenza e da remoto) l’Amministrazione aveva omesso di indicarle le credenziali per accedere alla discussione telematica in Consiglio Comunale.

Il Tar Campania, tuttavia, aveva respinto il ricorso di primo grado, per cui la consigliera comunale si è affidata all’avvocato amministrativista Paolo Centore che ha proposto appello dinanzi al Consiglio di Stato che ha accolto l’appello.

Il Giudice Amministrativo ha aderito alla tesi dell’avvocato Centore, affermando che ogniqualvolta un Comune convoca il Consiglio Comunale in modalità remota deve assolutamente indicare con chiarezza a tutti i consiglieri comunali la piattaforma prescelta, le credenziali di accesso ed il link di collegamento.

A sostegno della propria decisione il Consiglio di Stato ha ricordato di aver ordinato al segretario comunale di Gricignano di Aversa di redigere una relazione che potesse illustrare i termini della questione, affermando che - anche dopo aver letto la suddetta relazione - è emersa la conferma che alla consigliera comunale non erano state fornite le credenziali di accesso, impedendo alla stessa di poter legittimamente svolgere il proprio incarico di consigliere comunale.

Il Consiglio di Stato, così, ha annullato le delibere impugnate e condannato il Comune di Gricignano d’Aversa e il consigliere comunale Andrea Barbato a restituire le spese legali, refuse nel primo grado di giudizio, alla parte vittoriosa Anna Michela Caiazzo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Link senza credenziali per il consiglio comunale da remoto: Caiazzo vince la sua battaglia al Consiglio di Stato

CasertaNews è in caricamento