Attualità Aversa

Il Comune a caccia di 18 milioni di evasione di acqua: 10 condomini fanno ricorso

Impugnate le notifiche della Sogert: la partita sarà decisa in tribunale

Il Comune di Aversa a caccia di evasori. Sono ben 18 milioni di euro quelli che dovrebbero essere incassati dagli uffici di piazza Municipio, che arrivano da pagamenti mai effettuati nel corso degli ultimi anni.

L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Alfonso Golia ha deciso di andare fino in fondo alla vicenda, affidando la riscossione alla Sogert. Ma in seguito alle notifiche giunte a semplici cittadini, aziende e condomini, sono arrivate anche le contromosse.

Dieci condomini, ad esempio, hanno notificato i ricorsi contro gli atti notificati dalla società privata. Si tratta de condomini “Chiarotti”, “San Carlo”, “Galilei”, “Boccaccio”, “Chiarotti”, “Menale”, “Cooperativa La Comune Fab. C”, “Parco Meraviglia”, “Parco Luisa Residence”. Solo quest’ultimo condominio dovrebbe pagare quasi 100mila euro ma contesta che “la somma richiesta la quale non è fondata su alcun dato certo e ciò anche in considerazione del fatto che mai alcuna lettura è stata fatta dal personale del Comune con la conseguenza che non è dato accertare quale sia stato l'effettivo consumo”.

La giunta Golia ha deciso di affidare le cause all’avvocato Domenico Pignetti su proposta dell’assessore al Contenzioso Francesco Sagliocco.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune a caccia di 18 milioni di evasione di acqua: 10 condomini fanno ricorso

CasertaNews è in caricamento