Buche da incubo, pioggia di ricorsi contro il Comune

Sette le citazioni per risarcimento danni arrivate in pochi giorni da parte di automobilisti e pedoni

Sette richieste di risarcimento danni in pochi giorni. Il Comune di Maddaloni sta attraversando un vero o proprio incubo a causa delle numerose citazioni davanti al Giudice di Pace da parte di automobilisti e pedoni coinvolti in incidente dovuti, secondo le accuse, a buche non segnalate presenti su strade e marciapiedi di competenza comunale.

Il sindaco Andrea De Filippo nell’ultima settimana ha infatti firmato le delibere di giunta con le quali l’Ente si costituisce in giudizio per resistere alle richieste degli avvocati, dando mandato all’ufficio legale di “predisporre tutti gli atti consequenziali”.

In particolare delle sette istanze di risarcimento 5 riguardano danni ad autovetture, mentre le altre due lesioni subite da pedoni per cadute causate da marciapiedi e asfalto dissestato a via Montella e via Roma. Gli incidenti si sono verificati invece sull’Appia, a via Cancello e via Calabricito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Doppio agguato di camorra, giallo sull'auto del commando

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Omicidio Vannini, le troupe televisive a Caserta alla ricerca di Antonio Ciontoli

  • Assalto fuori la banca, ferita una guardia giurata

  • Camion non si 'accorge' del ponte di Ercole e paralizza il traffico | FOTO

  • Intercettati dai carabinieri sull'Appia, abbandonano il furgone e scappano a piedi

Torna su
CasertaNews è in caricamento