Buche da incubo, pioggia di ricorsi contro il Comune

Sette le citazioni per risarcimento danni arrivate in pochi giorni da parte di automobilisti e pedoni

Sette richieste di risarcimento danni in pochi giorni. Il Comune di Maddaloni sta attraversando un vero o proprio incubo a causa delle numerose citazioni davanti al Giudice di Pace da parte di automobilisti e pedoni coinvolti in incidente dovuti, secondo le accuse, a buche non segnalate presenti su strade e marciapiedi di competenza comunale.

Il sindaco Andrea De Filippo nell’ultima settimana ha infatti firmato le delibere di giunta con le quali l’Ente si costituisce in giudizio per resistere alle richieste degli avvocati, dando mandato all’ufficio legale di “predisporre tutti gli atti consequenziali”.

In particolare delle sette istanze di risarcimento 5 riguardano danni ad autovetture, mentre le altre due lesioni subite da pedoni per cadute causate da marciapiedi e asfalto dissestato a via Montella e via Roma. Gli incidenti si sono verificati invece sull’Appia, a via Cancello e via Calabricito.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Torna il maltempo: allerta della Protezione civile nel casertano

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

  • Muore dopo incidente a scuola, un testimone ha visto Gerardina pochi minuti prima della caduta

Torna su
CasertaNews è in caricamento