Riapre il cimitero ma si entra divisi per cognomi

L'ex consigliere contesta: "Così non tutti riusciranno ad andarci"

Il sindaco di Aversa, Alfonso Golia e l'ex consigliere Francesco Di Virgilio

Riapre il cimitero di Aversa. Da lunedì 4 maggio è stata disposta dal sindaco Alfonso Golia la riapertura del camposanto con accesso regolamentato in ordine alfabetico. Sarà possibile accedere dalle 8.30 alle 12.45 la mattina e dalle 14.30 alle 17.45 il pomeriggio. Il lunedì potranno andare al cimitero i cittadini con i cognomi da A a C; il martedì da D a F; mercoledì da G a L; giovedì da M a P e venerdì da Q a Z. Sarà consentito l'accompagnamento di persone disabili o di ultrasettantenni non autonomi da parte di persone anche non rientranti nello scaglione previsto, in ragione di un accompagnatore per ogni persona. 

Orari apertura cimitero Aversa-2

La decisione di riaprire il cimitero a 'scaglioni' ha portato Francesco Di Virgilio, ex consigliere comunale di Aversa, a salutare "con favore l'ordinanza grazie alla quale gli aversani potranno tornare ad accedere al cimitero" ma allo stesso "con lo spirito di massima collaborazione, lontani da ogni spirito polemico che risulterebbe fuori luogo in un periodo storico come quello che stiamo vivendo" l'ex consigliere fa notare "sommessamente" alcune incongruenze e criticità del provvedimento "al solo scopo di migliorarne la fattibilità".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo Di Virgilio "l'accesso, scaglionato per ordine alfabetico rischierà di mettere in difficoltà tanti che, vincolati da questo sistema, non riusciranno ad usufruirne. Si pensi, ad esempio, a madri e figli con cognomi diversi che, paradossalmente, non potranno accedervi nello stesso momento e nello stesso giorno per riunirsi ai congiunti defunti. Si pensi a persone con difficoltà di deambulazione, che non sono considerate disabili e non sono ultrasettantenni, che non potranno essere accompagnati da parenti o figli con l'iniziale del cognome non coincidente. Stessa sorte per i coniugi con iniziale dei cognomi diversi. Questi ed altri esempi potrebbero indurre l'amministrazione a ripensare a questo tipo di regolamentazione per gli accessi. Provvedimento questo che, comunque, teoricamente non risolverebbe il problema degli assembramenti in quanto, ipoteticamente, potrebbero essere attese, con questo sistema, circa 10 mila persone in contemporanea. Si suggerisce dunque di sorvolare su questo sistema a scaglioni e di provvedere ad un naturale accesso regolamentato con gestione dei flussi all'ingresso. Così come accade, per esempio, per tutte le attività commerciali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morti al ritorno dal mare, lacrime e dolore per l’addio a Donato ed Asia

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Casa del sesso in centro, arrestata latitante internazionale

  • Tangenti per gli appalti di esercito ed aeronautica, indagato tenente colonnello casertano

  • Botto in autostrada, auto distrutte dopo lo schianto | FOTO

  • Le confessioni in carcere del rampollo: “10mila euro al mese al padre ergastolano. Ha incontrato Zagaria a Modena”

Torna su
CasertaNews è in caricamento