Il sindaco svela tutto: "Fuori dal piano lavoro della Regione per colpa di Russo & Co"

Petrella a Casertanews spiega i motivi che hanno spinto a revocare l'adesione al corso-concorso: "La precedente amministrazione non ha completato l'iter, se fossimo rimasti collegati non avremo potuto avviare altre selezioni per l'organico del Comune"

Il sindaco di Castel Volturno Luigi Petrella ed il suo predecessore Russo

"Il Comune di Castel Volturno deve assumere personale, ma la verità sul corso-concorso della Regione Campania è un'altra: siamo stati costretti a recedere per l'inadempienza e l'indifferenza dell'amministrazione comunale di Dimitri Russo". Il sindaco Luigi Petrella esce allo scoperto ed in un'intervista a Casertanews spiega i motivi che hanno spinto la sua giunta a deliberare la revoca dell'adesione al piano di assunzioni deliberato dalla Regione Campania.

"Con Decreto Dirigenziale numero 194 del 27/10/2018 - spiega il sindaco - la Regione Campania ha approvato l'avviso manifestazione di interesse all'iniziativa regionale piano per il lavoro delle pubbliche amministrazioni della Regione Campania con concorso unico territoriale. L'obiettivo dell'iniziativa era quello di selezionare, formare e qualificare con le modalità del corso-concorso personale da immettere negli organici della Regione Campania e delle amministrazioni locali. Ogni ente aveva la possibilità di aderire entro 60 giorni dalla pubblicazione del decreto dirigenziale. Il Comune di Castel Volturno durante l'amministrazione di Dimitri Russo ha risposto alla manifestazione di interesse della Regione Campania con delibera di giunta n. 88 del 21/11/2018 mostrando la loro volontà di adesione al progetto Ripam-concorso unico territoriale per le amministrazioni pubbliche della Regione Campania. Nel dicembre del 2018 la Regione Campania pubblicava l'elenco dei Comuni aderenti ed il Comune di Castel Volturno rientrava in tale elenco". 

delibera giunta russo ripam regione-2

Fin qui tutto fila liscio, ma secondo il racconto del sindaco Petrella all'inizio del 2019 qualcosa si inceppa. "A febbraio la Regione Campania invia agli enti aderenti/partecipanti lo schema di accordo. All'articolo 4 lettera b punto 1 di tale accordo denominato 'impegni delle parti' viene stabilito che ciascun ente si impegna ad effettuare l'analisi del fabbisogno di persone del triennio 2018/2020 con il supporto del sistema informativo messo a disposizione del dipartimento funzione pubblica (DFP) della presidenza del Consiglio dei Ministri entro 30 giorni dalla sottoscrizione; individuare con il supporto del sistema informativo le unità di personale reclutabili a tempo indeterminato e determinato nel triennio 2018/2020 nei profili di interesse del progetto Ripam; verificare la sussistenza delle condizioni propedeutiche per l'assunzione delle unità di personale quale requisito per poter deliberare l'adesione al progetto Ripam-Campania;far svolgere presso le proprie sedi ai candidati selezionati attraverso il progetto, il periodo di formazione 'on the job', garantendo ogni supporto necessario e la collaborazione alla valutazione finale del percorso formativo. Purtroppo l'amministrazione Russo non ha adempiuto a nessuno degli impegni sanciti all'articolo 4 lettera b punto 1 dell'accordo con la Regione Campania. Infatti nei termini dei 30 giorni previsti (quindi il mese di marzo 2019) è stata inadempiente ed inerte. Ci sono stati continui solleciti da parte della Regione Campania per il completamento della procedura a cui la risposta della precedente amministrazione é stata l'indifferenza. Il 15 aprile del 2019 il direttore generale di settore della Regione Campania a mezzo PEC ha sollecitato l'amministrazione al completamento della procedura con la massima tempestività fornendo il suo supporto tecnico".

regione sollecito comune castel volturno-2

Ma, a quanto pare, dal Comune di Caste Volturno non si è mosso nulla. "Nessuna risposta neppure stavolta - sottolinea Petrella - Nei giorni successivi al mio insediamento nel mese di giugno, l'ufficio competente portava a conoscenza della neo amministrazione lo stato di stallo in cui versava la procedura oltre al decorso abbondante dei termini. Nonostante ciò mi sono fatto carico di intervenire a livello regionale per valutare l'effettiva possibilità di partecipare ugualmente. Ogni tentativo é stato però inutile. A conferma di tutto, il 9 luglio scorso in Gazzetta Ufficiale sono stati pubblicati i bandi di concorso per la Regione Campania per l'assunzione di 2.175 unità di personale ed il Comune di Castel Volturno non viene citato tra gli enti partecipanti. Data la totale inadempienza dell'amministrazione Russo in merito al completamento delle procedure di adesione e partecipazione al concorso/corso Ripam Formez bandito dalla Regione Campania  non ho potuto far altro che deliberare a favore della revoca all'adesione al concorso col fine unico di poter sopperire al fabbisogno di personale. Infatti tale revoca é stata necessaria in quanto lasciando in sospeso la procedura di adesione vi era l'impossibilità da parte dell'ente comunale di poter bandire concorsi pubblici seguendo le procedure canoniche".

delibera giunta petrella-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

Torna su
CasertaNews è in caricamento