menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Natale e Capodanno a casa", nuove restrizioni e coprifuoco: oggi si decide. Si potrebbe salvare l'Epifania

L'Italia si alternerà dalla zona gialla a quella rossa fino al 3 gennaio

Una stretta per Natale ci sarà, il premier Giuseppe Conte lo ormai ripetendo da giorni.

Quello che, però, non è ancora chiaro è se le restrizioni per evitare un ampliamento dei contagi da Covid-19 sarà duro, così come richiesto dai ministri Speranza e Boccia del Pd, o più soft, come chiedono Italia Viva ed anche una parte del Movimento 5 Stelle.

Oggi potrebbe essere la giornata decisiva per poter varare il nuovo piano ed ‘avvisare’ gli italiani sui nuovi sacrifici da fare, prima della partenza del piano vaccinale prevista per la Befana.

Certo, col passare delle ore, appare già difficili che le restrizioni possano partire dal prossimo week end che, secondo quanto stabilito dal Dcpm di Conte del 3 dicembre, sarà l’ultimo in cui potrà ci si potrà spostare tra le regioni. I negozi resteranno aperti fino alle 21 e coprifuoco confermato alle 22.

Da domenica anche la Campania dovrebbe tornare in ‘zona gialla’, così come tutta l’Italia (Abruzzo escluso). Meno restrizioni (ristoranti e bar aperti ai clienti fino alle 18) che saranno confermate fino a mercoledì, poi da giovedì 24 dicembre tutta l’Italia dovrebbe finire in zona rossa fino a domenica 27 dicembre (sena possibilità di uscire di casa se non per motivi eccezionali). Altri 3 giorni in ‘zona gialla’, poi di nuovo restrizioni dal 31 dicembre al 3 gennaio.

Stando alle ultime notizie trapelate, l’Epifania dovrebbe essere salva (anche se molto, poi, dipenderà dall’evoluzione dei contagi). In tutti questi giorni, sarà confermato il coprifuoco dalle 22 alle 5 del mattino; il 1 gennaio è allungato fino alle 7.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Maestra positiva al Covid: chiusa la scuola

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento