Domenica, 24 Ottobre 2021
Attualità

Allestito reparto Covid all'Ospedale di Caserta: "Siamo pronti ad ospitare nuovi ricoveri"

Il manager Gubitosa rivela il piano per fronteggiare l'emergenza: "Quindici posti attivabili nell'immediato". Si lavora per terapia subintensiva in Pneumologia

Cominciano le grandi manovre all'ospedale Sant'Anna e San Sebastiano di Caserta. L'obiettivo: farsi trovare pronti ad ospitare eventuali ricoveri di pazienti positivi al Covid. 

"Abbiamo 30 posti di degenza ordinari disponibili di cui 15 attivabili anche nell'immediato - spiega a CasertaNews il manager del Sant'Anna e San Sebastiano Gaetano Gubitosa - Sono già allestiti ed abbiamo disposto i turni. Se dovesse esserci necessità siamo pronti". 

L'auspicio del direttore generale dell'Aorn del Capoluogo è quello di riuscire a fronteggiare una possibile nuova emergenza con le strutture dedicate, come ad esempio il Covid Hospital di Maddaloni, "la speranza è che non si saturino", commenta. Anche perché in questi giorni la pressione sull'Azienda Ospedaliera di via Tescione è stata notevole: "tra lunedì e martedì in pronto soccorso si è registrata un'affluenza media di 85-90 pazienti per le patologie più varie". 

Non solo i posti in degenza ordinaria. "Abbiamo predisposto dei posti letto in terapia subintensiva per i pazienti Covid nel reparto di Pneumologia - prosegue Gubitosa - Al momento sono quasi tutti occupati da pazienti con altre patologie respiratorie. Man mano che verranno dimessi quei posti verranno lasciati liberi per ospitare casi Covid". 

Insomma, si lavora per il presente e ma si cerca anche di non farsi trovare impreparati con la 'quarta ondata' che, numeri alla mano, si sta facendo sentire anche nel casertano con numerosi positivi ogni giorno registrati dall'Asl e con un virus che sta colpendo anche le fasce di età più giovani, prevalentemente bambini ed under 19. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allestito reparto Covid all'Ospedale di Caserta: "Siamo pronti ad ospitare nuovi ricoveri"

CasertaNews è in caricamento