Attualità

Reggia: crescita col contagocce ma aumentano i visitatori a pagamento

Il plesso fa registrare un incremento degli incassi del 2,95%. Calano le Domeniche al Museo

La Reggia di Caserta

La Reggia di Caserta si conferma nella top ten dei musei italiani più visitati al mondo. Nell'anno appena trascorso il plesso vanvitelliano ha fatto registrare un aumento dello 0,77 rispetto all'anno precedente passando dagli 838.654 visitatori del 2017 agli 845.131 del 2018, circa 6500 visitatori in più.

Analizzando i dati, forniti dal Mibact, nel 2018 alla Reggia sono diminuiti gli ingressi gratuiti, quelli delle prime domeniche del mese, rispetto all'anno precedente. Si è passati dai 339.964 del 2017 ai 326.769 del 2018, ben 13mila in meno. Di conseguenza sono aumentati i visitatori che hanno acquistato un ticket per godere della bellezza degli Appartamenti Storici, del Parco Reale e del Giardino Inglese: 518.362 a fronte dei 498.690 dell'anno precedente. 
Proprio l'aumento del pubblico pagante ha portato ad un incremento degli incassi del 2,95 per cento: dai 3.871.697 euro del 2017 ai 3.985.893 del 2018 (115mila euro in più). 

I Musei e siti archeologici statali sono stati visitati, nel 2018, da oltre 55 milioni di persone (55.504.372), con un incremento superiore ai cinque milioni rispetto all’anno solare 2017 (50.169.316). L’incremento riguarda sia gli ingressi a pagamento, 24.938.547 nel 2018, 24.068.759 nel 2017, sia, in misura maggiore, gli ingressi gratuiti che passano da 26.100.557 del 2017 a 30.565.825 del 2018. In ragione dell’aumento dei visitatori si è registrato anche un incremento degli incassi lordi. Si è così passati dai 193.915.765 euro del 2017 ai 229.360.234 del 2018 con un segno più di ben 35.444.469 milioni di euro.

Per quanto riguarda i singoli ingressi il sito statale più visitato resta saldamente l’area Colosseo - Foro Romano - Palatino che fa segnare un +8,73% passando da 7.036.104 visitatori del 2017 a 7.650.519 del 2018.  Al secondo posto l’area archeologica di Pompei che aumenta il numero di visitatori del 7,78% passando da 3.383.415 ingressi a 3.646.585 del 2018. Terza la galleria degli Uffizi con il Corridoio Vasariano che fa registrare un leggerissimo decremento, dello 0,19%, calando da 2.235.328 a 2.231.071 visitatori.

Tra i 30 siti più visitati nel 2018 il maggior incremento è stato dei Musei Reali di Torino (+27,82), Palazzo Pitti a Firenze (+24,23%), le Grotte di Catullo e il museo archeologico di Sirmione (+18,83%) e il Giardino di Boboli a Firenze che risale la classifica fino ad essere il quinto sito più visitato in Italia con il suo +17,92.

Nella classifica dei primi 30 siti più visitati in Italia 8 si trovano nel Lazio, 6 in Campania, 5 in Toscana, 4 in Lombardia, 3 in Piemonte, 2 in Veneto e uno ciascuno in Puglia e Friuli Venezia Giulia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reggia: crescita col contagocce ma aumentano i visitatori a pagamento

CasertaNews è in caricamento