menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stop alle domeniche gratuite, Reggia aperta nei martedì "natalizi"

La direttrice annuncia il piano di valorizzazione tra iniziative speciali e aperture serali a prova di Covid: "Dimezzate prenotazioni in alcune ore del giorno"

Reggia di Caserta aperta di martedì nel mese di dicembre e sospensione delle domeniche gratuite. Sono queste le novità principali annunciate dalla direttrice Tiziana Maffei nel corso della conferenza per la presentazione del piano di valorizzazione del plesso vanvitelliano. 

Una giornata green: i bambini coltivano il museo

Un incontro svolto online in cui la direttrice del Museo, insieme al funzionario alla valorizzazione Vincenzo Mazzarella, ha indicato le giornate che saranno caratterizzate da eventi ed iniziative speciali. Si parte il prossimo 5 ottobre con "Coltiviamo il Museo - Horticoltura", una manifestazione promossa con Legambiente e Terra Felix in cui per l'intera giornata si svolgeranno visite guidate e laboratori didattici dedicati ai più piccoli. Ma il tema green è al centro delle attenzioni della direttrice Maffei che sta portando avanti "un lavoro filologico per riportare anche la parte produttiva nel nostro parco, ad esempio nel giardino inglese. Il parco - prosegue Maffei - ha enormi problemi di salute che stiamo risolvendo intervenendo sugli alberi malati e con l'ultima ondata di maltempo c'è stato solo un albero che è caduto a differenza dei circa 60 dello scorso anno". 

tiziana maffei reggia

Dalla notte dei musei a quella dei ricercatori

Novembre ricco con "La Notte dei Musei", il 14 novembre; una speciale apertura di Terrae Motus il 23 novembre, in occasione del quarantennale del terremoto dell'Irpinia, per dare risalto ad una collezione che "deve riemergere", dichiara la direttrice Maffei, anche con l'inserimento di opere nel contesto della Reggia come avvenuto con Pistoletto. Il 27 e 28 novembre, chiuderà il mese la "Notte dei Ricercatori", una due giorni in cui "faremo interloquire i nostri servizi con il dipartimento di Matematica e Fisica della Vanvitelli", prosegue la direttrice. Nell'occasione saranno allestiti "dodici stand nel cannocchiale e sarà portato alla Reggia un acceleratore di particelle con la possibilità di vedere esperimenti dal vivo", ha sottolineato Mazzarella. Alla kermesse parteciperà anche il Cira di Capua ed altre facoltà della Vanvitelli. La presenza degli allestimenti, inoltre, sarà una sorta di prova generale, fa intendere la direttrice, con "spazi dedicati all'accoglienza all'aperto che rispettino l'architettura del cannocchiale".

Le aperture speciali del martedì

Dicembre sarà un mese speciale per quanto riguarda le aperture straordinarie del martedì previste nelle giornate dell'8, del 22 e del 29. "Conosciamo l'attrattività della Reggia in Campania e quindi abbiamo deciso in prossimità del Natale queste aperture straordinarie - ha spiegato Maffei - L'apertura della Reggia deve essere soprattutto un'opportunità per il territorio con il progetto 'oltre la Reggia' che già è stato avviato. Il nostro istituto è al servizio del territorio come si evince dall'intero piano di valorizzazione che è l'occasione per affinare il discorso che portiamo avanti da un anno". Durante le aperture speciali dei martedì di dicembre sono previsti "progetti di valorizzazione ancora in via di definizione e che verranno successivamente comunicati", ha aggiunto Mazzarella.

vincenzo mazzarella reggia

Stop a ingressi gratuiti

L'accesso alle varie iniziative non sarà gratuito e prevede in quasi tutti i casi la prenotazione online. Si va da un biglietto di un euro per la "Notte dei Musei" ai tre euro per quelle dei ricercatori o altre iniziative (ciascuna con un 'protocollo' da seguire a seconda delle peculiarità). "Siamo un istituito statale e dobbiamo rispettare le norme - ha spiegato Maffei - Ieri c'è stata l'ordinanza di De Luca ma nei giorni scorsi è stato lo stesso Ministero della Salute a sospendere le domeniche gratuite per evitare assembramenti".

Dimezzate le prenotazioni in alcune ore

La problematica Covid, però, resta uno dei temi centrali anche alla Reggia di Caserta. "Ad agostro ci siamo riallineati agli standard degli anni precedenti ma bisogna fare molta attenzione ai protocolli - ha proseguito la direttrice - In una giornata in particolare, il 19 agosto, l'eccessivo numero di accessi aveva mandato in tilt il nostro sistema di accoglienza. Per questo in determinate fasce orarie abbiamo deciso di dimezzare le prenotazioni". Una decisione che ha portato ad un drastico calo degli accessi, circa il 25%, ma "è stata una scelta fatta da noi quindi nessun allarme".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Tar annulla l'ordinanza di De Luca sulla chiusura delle scuole

Attualità

Quaterna da sballo ad Aversa: vinti 120mila euro

Ultime di Oggi
  • Attualità

    L’allarme di De Luca sui vaccini: “Forniture dimezzate”

  • Cronaca

    Casalesi in Toscana, preso anche l'ultimo indagato: era in un 'B&b'

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento