menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Referendum, bufera Pd: “Partito schierato per il sì, presentato ricorso”

Il comitato Democratico per il no: “Posizione mai deliberata da alcun organo di partito”

Il Comitato Democratici per il No, a mezzo di un gruppo di iscritti del PD (tra questi i campani Mario Plutino di Pozzuoli, Giovanni Matteo Centore di Maddaloni, Concetta Capuano di Fuorigrotta, Antonio Furno di Benevento e Luigi Razzano di Sant’Agata de’ Goti) ha deciso di ricorrere alla Commissione nazionale di garanzia del partito.  “Il sì del Pd al referendum per il taglio dei parlamentari non è mai stato ufficialmente deliberato da alcun organo del partito” denunciano.

Gli iscritti spiegano che la partecipazione del PD alle tribune referendarie è illegittima e che sia grave che nella Festa nazionale del partito non sia previsto alcun dibattito sul referendum. 

“Né risulta – affermano - previsto alcun tipo di discussione interna nel merito del quesito oggetto di referendum. Non era mai accaduto che il Pd non consentisse lo sviluppo del pluralismo interno in una consultazione che riguarda gli assetti fondamentali della nostra Costituzione. Con ogni evidenza il gruppo dirigente del partito si prepara a schierarsi per il sì contraddicendo ogni sua precedente posizione (che ancorava il sì a precisi contrappesi che non sono mai stati approvati) per pure ragioni di opportunità politica”.

Per ora, esponenti del PD hanno evitato di partecipare alle Tribune Referendarie in attesa del pronunciamento della Commissione Nazionale di garanzia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quaterna da sballo ad Aversa: vinti 120mila euro

Attualità

Il Tar annulla l'ordinanza di De Luca sulla chiusura delle scuole

Attualità

Maestra positiva al Covid: chiusa la scuola

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento