Sabato, 31 Luglio 2021
Attualità

Referendum 2020. Il consigliere Romano: “Opportunità storica”

Il pentastellato spiega le ragioni del sì: "Ridurre il numero delle poltrone non significa diminuire la rappresentatività, bensì ottimizzare la presenza dei parlamentari"

Il consigliere comunale Roberto Romano

Sabato 12 settembre si è tenuto, in via Roma (altezza arco dell’Annunziata) ad Aversa, il #VOTASIDAY, interamente dedicato alle votazione referendarie del 20 e 21 settembre. A sintetizzare le ragioni del “sì” al referendum per il talio dei parlamentari è il portavoce comunale del Movimento 5 Stelle aversano, Roberto Romano: “Si passerebbe dagli attuali 630 deputati a 400 e dai 315 senatori ai 200 - ha spiegato il consigliere comunale - Ridurre il numero delle poltrone non significa diminuire la rappresentatività, bensì ottimizzare la presenza dei parlamentari, creare maggiore trasparenza, migliorare il rapporto tra cittadini e istituzioni”.

Il verdetto positivo avrebbe conseguenze economiche: “Verrebbero risparmiati circa 100 milioni di euro all'anno, ovvero 300mila euro al giorno. Ridurre i costi della politica è sempre uno dei principali obiettivi del M5S. Il nostro Parlamento giungerebbe ai livelli rappresentativi di altri grandi Paesi europei. Esempi sono la Spagna (558), Francia (577), in Germania (700), nel Regno Unito (650)”. L’appello di Romano ai cittadini è pieno di responsabilità civile: “Abbiamo un’occasione storica. Cittadini diano prova di maturità e senso di responsabilità non disertando le urne”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Referendum 2020. Il consigliere Romano: “Opportunità storica”

CasertaNews è in caricamento