menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Reddito di cittadinanza, nel 2020 casertani più poveri: aumenta l'assegno mensile

In media l'importo concesso nel 2020 è aumentato di circa 50 euro, in lavorazione oltre 3mila nuove domande

L'Inps ha pubblicato una statistica, riferita al periodo aprile 2019-marzo 2020, con i dati relativi alle richieste di Reddito di Cittadinanza e Pensione di Cittadinanza. La prima domanda per la misura di politica attiva del lavoro e di contrasto alla povertà è partita il 6 marzo scorso 2019 con i richiedenti che sarebbero (condizionale d'obbligo) stati costretti a seguire un percorso personalizzato di inserimento lavorativo e di inclusione sociale ma in realtà fino ad oggi sono stati veramente ben pochi coloro che hanno trovato un lavoro.

L’Osservatorio statistico sul Reddito/Pensione di Cittadinanza fornisce le essenziali informazioni statistiche sui nuclei familiari percettori del beneficio economico con i dati pubblicati che si basano sulle domande trasmesse all’Istituto dai Caf, dai Patronati e dalle Poste Italiane.

Il primo dato è quello relativo alle richieste e alle persone coinvolte sia da RdC che da pensione di cittadinanza: in totale c'è un milione e 73294 nuclei hanno presentato una domanda di Reddito/Pensione di Cittadinanza all’Inps e che hanno ricevuto un sussidio. Mentre in totale sono 2,5 milioni i cittadini che beneficiano di aiuti dallo Stato (2,4 milioni per il Reddito di Cittadinanza e 142mila per la pensione di cittadinanza). 

L’importo medio mensile erogato dall’istituzione della prestazione ad oggi è pari a 552 euro, in aumento rispetto ai dati di inizio anno che si riferivano anche evidentemente ad Isee degli anni scorsi. L’importo medio mensile varia anche in funzione della prestazione percepita: mediamente vengono erogati 552 euro per il Reddito di Cittadinanza e 233 euro per la Pensione di Cittadinanza. Il 67% dei nuclei percepisce un importo mensile inferiore a 600 euro e l’1% un importo mensile superiore a 1.200 euro; la classe modale risulta quella dei nuclei con un solo componente che percepiscono un importo mensile compreso tra 400 e 600 euro.

Solo nella provincia di Caserta sono state presentat3 oltre 57mila domande (57312), ma solamente 43287 sono state accolte. Di queste già 4993 sono decadute. Ma altre stanno 'arrivando' perché in lavorazione ci sono 3191 domande. Quelle respinte invece sono state 10834.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Attrice casertana sbarca in Rai col 'Commissario Ricciardi' | FOTO

Attualità

Incubo ‘zona rossa’ per una trentina di comuni casertani

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento