menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stipendi in ritardo, gli operatori ecologici incrociano le braccia

Sciopero ordinato dai sindacati contro l'azienda: niente raccolta dei rifiuti

Niente raccolta dei rifiuti nella giornata di oggi a Cesa: gli operatori dell'azienda Gpn, che si occupa del servizio sul territorio cesano, hanno infatti deciso di incrociare le braccia e di scioperare contro l'azienda, così come 'ordinato' dal sindacato di categoria. Le motivazioni sono chiaramente quelle legate alle spettanze dei lavoratori che lamentano ritardi nei pagamenti degli stipendi. 

Il sindaco Enzo Guida ieri sera (12 gennaio) dalle 20.30 alle 24 ha controllato che il servizio fosse svolto in maniera regolare facendo un sopralluogo per le strade del paese, accompagnato dall’assessore all’ambiente Alfonso Marrandino e all'assessore ai Lavori pubblici Cesario Villano.

"Le ragioni dello sciopero attengono problemi tra i lavoratori e l’azienda - dice il primo cittadino -. Siamo stati in strada per verificare che il servizio fosse espletato nella maniera più corretta possibile. Avvisiamo, in ogni caso, che non tutto il paese è stato ripulito. In alcuni punti l’azienda non è riuscita a completare il servizio, entro le ore 24. Per questa ragione ci scusiamo per il disagio ed invitano i cittadini a ritirare in casa i rifiuti laddove non vi è stata purtroppo la raccolta". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento