Attacchi contro gli operai della raccolta rifiuti, l'opposizione: "Sindaco chieda scusa"

L'affondo dei consiglieri di minoranza dopo le critiche di Branco contro alcuni dipendenti della Falzarano

Il consigliere di minoranza Angelo Di Rienzo

"Si tratta di una vera e propria caduta di stile quella in cui è incorso il sindaco di Capua, Luca Branco, nel video diffuso pochi giorni fa in rete, in cui ha attaccato alcuni operatori ecologici, dipendenti della Falzarano, che a suo dire rallenterebbero le operazioni di ritiro ed ha collegato questo comportamento al concomitante arrivo delle bollette dalla Tari nelle case dei contribuenti". A dichiararlo sono i consiglieri comunali di opposizione Angelo Di RienzoRosaria Nocerino, Melina Ragozzino e Annarita Vegliante che esprimono totale solidarietà agli operatori del comparto ecologico, invitando al contempo il sindaco a scusarsi pubblicamente.

"Ci auguriamo che il carico di stress, a cui tutti siamo sottoposti a causa della pandemia in atto, unito al caos amministrativo di cui il sindaco è primo responsabile, abbiano fatto un brutto scherzo al primo cittadino, sopratutto in prossimità di fondamentali scadenze amministrative come l’approvazione del Bilancio - sottolineano i consiglieri di minoranza - Come forze di opposizione non possiamo non evidenziare come l’attacco gratuito agli operai del settore dell'ecologia sia inopportuno e non degno di un esponente delle istituzioni, in questo caso la più alta istituzione cittadina, che invece di incidere sulla ditta Falzarano, per le gravi inadempienze di cui è responsabile, anche nei confronti degli operai, colpisce in maniera sibillina e generica non meglio precisati dipendenti della società di raccolta. Se tutto questo è frutto di una strategia politica, per distogliere l’attenzione dei cittadini dai disastri amministrativi dell’Ente che sono sotto gli occhi di tutti e di cui è responsabile, è una strategia semplicemente folle poiché colpisce gli operai, ed è vergognoso attaccare chi è in prima linea a garantire il massimo possibile, in condizioni di enorme difficoltà. Se il sindaco ha riscontri oggettivi di chi rallenterebbe le operazioni di raccolta, con palese dolo, è tenuto a denunciare alle autorità i fatti di cui è a conoscenza. Gli operatori ecologici vengono vessati dall’azienda, che non garantisce loro nemmeno tutti i dispositivi di sicurezza, e messi alla gogna dal sindaco".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Quasi 2mila guariti nel casertano. Cala percentuale dei positivi

Torna su
CasertaNews è in caricamento