rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Attualità Santa Maria Capua Vetere

Meno rifiuti, più differenziata, c'è il patto tra 6 comuni

Partecipano le amministrazioni di Santa Maria Capua Vetere, Caserta, Curti, San Prisco, Casapulla e Casagiove

Informare, sensibilizzare, educare i cittadini sulla gestione integrata dei rifiuti, con particolare riferimento allo sviluppo della raccolta differenziata domestica: è la finalità dell’accordo quadro tra Anci e Conai che ha permesso al Comune di Santa Maria Capua Vetere, nell’ambito di un coordinamento composto dai Comuni di Caserta, Curti, San Prisco, Casapulla e Casagiove, di accedere a finanziamenti volti a promuovere attività di comunicazione, informazione ed educazione ispirate a principi di prevenzione e minimizzazione della produzione dei rifiuti.

L’incontro che si è tenuto a Caserta, in presenza dell’assessore De Riso e della consigliera Carrillo, promotrice del progetto, è servito per avviare i lavori a seguito dell’approvazione di un finanziamento pari a 50.000 euro che sarà indirizzato alla realizzazione di una piattaforma digitale, di eventi volti alla sensibilizzazione sul tema e di campagne di educazione negli istituti scolastici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meno rifiuti, più differenziata, c'è il patto tra 6 comuni

CasertaNews è in caricamento