rotate-mobile
Attualità Capua

Il Comune rischia di perdere quasi 240mila euro di proventi della differenziata

I soldi incassati dalla ‘Falzarano’ prima del fallimento. Meno di una settimana per cercare di entrare nella massa dei creditori del tribunale

Il Comune di Capua cerca di recuperare i soldi dalla ditta in fallimento. Il sub commissario Giuseppe D’Aiello ha firmato la delibera con la quale autorizza l’Ente a nominare un avvocato che segua da vicino la delicata vicenda del fallimento della società Ecologia Falzarano srl, che dal primo agosto 2016 ha gestito il servizio di igiene urbana del Comune.

Proprio in forza di un contratto di sette anni, l’azienda era stata autorizzata a riscuotere i proventi derivanti dalla raccolta e recupero dei rifiuti di imballaggio. Il Comune di Capua aveva emesso fatture, per recuperare le somme, per quasi 240mila euro che però si sono “volatilizzate” nel momento in cui, a giugno dello scorso anno, il tribunale di Benevento ha dichiarato il fallimento della Ecologia Falzarano.

Ora per cercare di recuperare i soldi spettanti, l’Ente, guidato dal commissario prefettizio dopo la fine dell’amministrazione di Luca Branco, ha scelto di nominare un proprio avvocato che dovrà presentarsi all’udienza per la verifica delle domande tardive dei crediti che si terrà l’11 novembre prossimo. Il tempo stringe ed il rischio che il credito venga perso è davvero molto elevato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune rischia di perdere quasi 240mila euro di proventi della differenziata

CasertaNews è in caricamento