rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Attualità

Qualità della vita, Caserta crolla al 104esimo posto | TUTTE LE CLASSIFICHE

Dato per dato, tutto quello che non va nella provincia di Terra di Lavoro

Un tonfo, una caduta che fa precipitare ancor di più verso il basso. È il passo del gambero compiuto dalla provincia di Caserta, scesa al 104esimo posto nella classifica sulla ‘Qualità della vita’ elaborata da ‘Italia Oggi’ in collaborazione con l’Università Sapienza di Roma, una ricerca giunta ormai alle 20esima edizione. Terra di Lavoro perde 9 posizioni rispetto al 2017, dove si era piazzata al 95esimo posto, e vede ormai sotto di lei soltanto Avellino, Palermo, Siracusa, Napoli, Catania e Vibo Valentia. Dall’altra parte della classifica, in una sorta di miraggio irraggiungibile, ci sono province come Bolzano, Trento, Belluno, Siena, luoghi che rispetto a Caserta sembrano il “paradiso in terra”.

Le classifiche ‘positive’

Ma vediamo più nel dettaglio una classifica che ci pone tra i fanalini di coda della classifica nazionale. Partiamo da ‘affari e lavoro’, dove Caserta riesce addirittura a recuperare posizioni piazzandosi all’87esimo posto, dopo il 103esimo dello scorso anno. Ci premia in particolare il recupero nel tasso di occupazione, arrivato al 50,59%, oltre alle 132 start-up e pmi innovative per 100mila imprese registrate.

Risultato in controtendenza anche per quanto riguarda l’ambiente, dove ci piazziamo al 55esimo posto rispetto al 69esimo del 2017. Lievi miglioramenti sono registrati nel numero di giorni di superamento del pm10, oltre che sulla produzione di rifiuti urbani. Vi sono invece 13 metri quadrati di piste ciclabili per abitante, un risultato che ci piazza al 57esimo posto nazionale, siamo invece 64esimi per percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani.

Lieve miglioramento anche nella classifica sulla criminalità, Caserta guadagna due posizioni dal 76esimo posto dello scorso anno. In calo infatti i reati contro la persona, meno di due sono i tentati omicidi per 100mila abitanti, mentre c’è un crollo (negativo) nella classifica sulle violenze sessuali, dove rispetto allo scorso anno Caserta passa dal sesto al 22esimo posto. Particolarmente elevato il numero di estorsioni per 100mila abitanti, ben 27, con Caserta tra i fanalini di coda al 106esimo posto.

Classifica 'Qualità della vita' di Italia Oggi

I crolli in classifica

Un crollo fortissimo va registrato nella classifica sul disagio sociale, dove Caserta passa dal 45esimo al 104esimo posto in un solo anno. Terra di Lavoro paga un tasso altissimo di disoccupazione nei giovani tra i 15 e i 24 anni, che ci pone al quartultimo posto nazionale, mentre siamo maglia nera in Italia per infortuni sul lavoro per 1000 occupati, ben 11. Nella classifica sulla popolazione va registrato il 6° posto per i morti ogni 1000 residenti, oltre nove.

Caserta è al 105esimo posto nella classifica su servizi finanziari e scolastici, al primo anno di rilevazione. Siamo infatti tra le ultime posizioni per numero di ATM e sportelli bancari, mentre siamo primi per numero di studenti di scuola media superiore ogni mille abitanti, quasi 59.

Male anche nella classifica salute, dove siamo nella posizione 102 per posti letto in reparti specialistici, al 94esimo per apparecchiature diagnostiche. Risultato non positivo anche per il numero di personale infermieristico per 100 posti letto in ospedale, che ci piazza all’84esimo posto, al 96esimo per numero di TAC e RMN per 100 abitanti, mentre va meglio per numero di medici ospedalieri, 68 per 100 posti letto.

Terra di Lavoro è poi al 107esimo posto nella classifica su tempo libero e turismo, uno smacco dato l’enorme patrimonio culturale del territorio. Sono però solo 8 gli alberghi per 100mila abitanti, con Caserta al terzultimo posto nazionale, male anche nei ristoranti, 31 ogni 100mila abitanti per un 103esimo posto in classifica. E terzultimo posto in classifica anche per il numero di librerie, segno che la cultura arranca in maniera evidente.

Infine la classifica su tenore di vita, che vede agli ultimi posti Salerno, Caserta, Napoli e Benevento. In questo ‘settore’ siamo in coda alla classifica in diverse categorie: spesa media per consumi (96), importo medio della pensione (90), depositi bancari pro capite (104).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Qualità della vita, Caserta crolla al 104esimo posto | TUTTE LE CLASSIFICHE

CasertaNews è in caricamento