Appalti pulizie all'Asl, la denuncia: "Assunzioni clientelari"

Il sindacato 'avvisa' il direttore amministrativo: "Dobbiamo fermare anche ogni forma di caporalato"

I lavoratori del Sindacato Generale di Base in presidio all'Asl

I lavoratori degli appalti delle pulizie dell'Asl di Caserta hanno incontrato il direttore amministrativo. Tanti i temi 'scottanti' affrontati che l'Asl "è tenuta a risolvere", ha detto il Sindacato Generale di Base Campania. "In particolare la situazione di caporalato che i lavoratori combattono quotidianamente, senza dimenticare il proseguire delle assunzioni clientelari anche in questo periodo mentre i lavoratori storici continuano ad avere decurtato l'orario di lavoro contrattuale". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Abbiamo chiesto che si faccia piena luce sulle clientele passate e recenti, il ripristino dell'orario e dei diritti contrattuali, la fine di ogni atto ritorsivo nei confronti dei lavoratori che si ribellano a questo schifo - ha detto il sindacato -. Il direttore amministrativo ha convenuto sull'esistenza di un sistema di caporalato interno ed ha garantito un intervento su questo è sul sistema clientelare del passato e di oggi. La nostra delegazione, di cui faceva parte anche Massimo Betti dell'esecutivo nazionale, ha apprezzato le dichiarazioni del direttore invitandolo a passare dalle parole ai fatti e avvisando che la mobilitazione proseguirà fino al ripristino degli orari contrattuali originari, dei pieni diritti contrattuali e della fine delle ritorsioni nei confronti dei lavoratori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coprifuoco in Campania, De Luca firma l'ordinanza. Tutti a casa dopo le 23 per 20 giorni

  • Il contagio dilaga nel casertano: 4 morti e 576 nuovi casi. Positivo un tampone su 3

  • Troppi contagi: "Marcianise sarà dichiarata zona rossa"

  • De Luca firma un'altra ordinanza dopo il DPCM di Conte: aperti solo nido e asili, Elementari e Medie con la Dad

  • Caserta piange altre 4 vittime ricoverate col coronavirus. Balzo dei contagi: altri 430 positivi

  • Zona rossa, nuova ordinanza del sindaco: "Vietato circolare in auto ed a piedi nella zona urbana"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento