Mercoledì, 28 Luglio 2021
Attualità

Il Puc del mistero: il sindaco lo annuncia sui social, ma in Comune non v'è traccia

L'opposizione: "Neppure il responsabile dell’Ufficio sapeva nulla del piano definitivo"

Il consigliere Mauro Carmine Della Rocca

Che fine ha fatto il nuovo Piano Urbanistico Comunale che bisognerebbe adottare entro fine mese? A porsi l’interrogativo è il gruppo consiliare Caiazzo Bene Comune i cui componenti, nei giorni scorsi, ai sono recati in Comune per visionare gli atti relativi al progetto.

“A fronte di un post pubblicato la scorsa settimana sui social dal sindaco Stefano Giaquinto, siamo andati al settore Urbanistica del Comune per guardarci l’intera documentazione ma, della versione definitiva del PUC, nessuna traccia. L’ennesimo proclama vuoto e propagandistico di Giaquinto per illudere i cittadini di Caiazzo, atteso che neppure il responsabile dell’Ufficio sapeva nulla del piano definitivo che dovrà regolamentare il governo de territorio per i prossimi decenni”, fanno notare i consiglieri Marilena Mone, Mauro Carmine Della Rocca e Andrea Costantino.

“Quando lo scorso anno la bozza preliminare del PUC fu portata in Consiglio Comunale, per spirito costruttivo e perché sicuri di un successivo coinvolgimento nostro e dell’intera cittadinanza sulle scelte urbanistiche da inserire nel piano, votammo anche a favore, dopodiché è calato un silenzio assordante sull’argomento e non abbiamo più saputo nulla nè della procedura nè dei contenuti del piano nella sua versione definitiva. Ci saremmo aspettati un coinvolgimento del nostro gruppo di minoranza, insieme ad una condivisione del PUC con i tecnici professionisti che operano sul nostro territorio, delle associazioni cittadine, dei commercianti e degli artigiani, dei cittadini e dei portatori tutti di interesse, un minimo di confronto anche con i tecnici incaricati della redazione de piano; invece, nessuno è stato più interpellato nè alcuna consultazione è stata avviata sul tema, come ci hanno confermato da più parti i tanti caiatini che pure avrebbero voluto partecipare ad una fase cruciale per il futuro della nostra città”, continuano i rappresentanti dell’opposizione.

“Al Comune nessuno sa nulla del PUC definitivo, c’è solo la ipotesi preliminare che risulta anche molto scarna e priva di allegati essenziali per comprendere la portata delle scelte in materia urbanistica che si stanno per compiere, ancora una volta, sulla testa di cittadini ignari. Tranne il post su Facebook del sindaco, dovremmo forse rivolgerci a Chi l’ha Visto? per sapere dove sta e cosa contiene questo Piano Urbanistico Comunale che, siamo sicuri, uscirà fuori all’ultimo minuto per essere approvato in tutta fretta, così da evitare troppe osservazioni, richieste di modifica e suggerimenti vari. Nel frattempo, si trova in qualche stanza chiusa, meglio sarebbe dire in qualche studio tecnico privato, dove la solita manina sta disegnando la Caiazzo del domani tra terreni edificabili e zone fertili per eventuali speculazioni. Ma noi saremo molto attenti anche stavolta e studieremo ogni elaborato tecnico per poi raccontare la vera verità ai caiatini, tutelando noi l’interesse generale piuttosto che gli appetiti di pochi manovratori”, concludono Mone, Della Rocca e Costantino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Puc del mistero: il sindaco lo annuncia sui social, ma in Comune non v'è traccia

CasertaNews è in caricamento