Eventi natalizi e notte bianca: vigili urbani sul piede di guerra

I caschi bianchi proclamano lo stato di agitazione dopo lo stop allo straordinario

La polizia municipale in agitazione

Caschi bianchi in agitazione a Caserta. I vigili urbani hanno proclamato lo stato d'agitazione dopo l'approvazione degli eventi natalizi e la programmazione dell'imminente "Notte bianca" per le quali sarà necessario un surplus che va ad aggiungersi al carico già abituale di lavoro operato dalla polizia muncipale, con il corpo ridotto al lumicino e con mezzi a disposizione sempre più scarsi. 

Insomma la situazione tra il Comando di viale Lamberti e Palazzo Castropignano è piuttosto tesa. Tra i motivi della protesta dei caschi bianchi, come detto, ci sono gli eventi in programma che vanno ad aggiungersi a quelle che sono le attività ordinarie mandando in tilt la macchina organizzativa del comando, tra giorni di riposo "saltati" e ferie non godute.

Ed il gioco non vale certo la candela perché oltre a dover coprire turni più lunghi del previsto i vigili urbani casertani non verrebbero pagati per farlo, con lo stop al lavoro straordinario per "esaurimento scorte" decretato dall'amministrazione. Insomma si pretende impegno, sacrificio e spirito di abnegazione solo per "amor di patria" ed in cambio di una pacca sulla spalla.

Ma sono anche altre le problematiche relative al corpo che si ritrova con un comando sempre più sottodimensionato, con i pensionamenti che non vengono rimpiazzati dalle assunzioni (le ultime registrate 16 anni fa), e vecchio anagraficamente, con la media età di 50 anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A ciò si aggiungano anche questioni strutturali relative alla vetustà di mezzi e radio che, di fatto, lascerebbero isolato il personale che scende in strada. Per questo i vigili urbani hanno proclamato l'agitazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bambino casertano di 3 anni trovato morto vicino al fiume

  • Coronavirus, contagiata una 16enne. Scuole chiuse: “Proroga inevitabile”

  • Coronavirus, contagiata donna di 40 anni: è in ospedale

  • Coronavirus, Annamaria non ce l'ha fatta. Muore dopo il ricovero

  • Coronavirus. Nuovi positivi a Capua, Francolise e Pietramelara

  • Muore 32enne in ospedale, effettuato il tampone

Torna su
CasertaNews è in caricamento