Mercato ortofrutticolo chiuso da 8 mesi. Rabbia e disperazione: protesta fuori al Comune

Ennesimo sit-in degli operatori commerciali, dopo la protesta all'esterno della Prefettura di Caserta

La protesta degli operatori all'esterno del Municipio

Da poco meno di 8 mesi (la struttura è stata chiusa l'11 ottobre 2019) centinaia di famiglie vivono senza il proprio lavoro, e stamattina (3 giugno) una nutrita rappresentanza di questi lavoratori hanno protestato all'esterno del Municipio di Aversa. 'Scortati' dai carabinieri hanno manifestato la loro rabbia e la loro delusione per una riapertura che tarda ancora ad arrivare. Gli operai della ditta incaricata continuano incessantemente a lavorare all'interno dell'area mercatale ma i continui ritardi stanno mettendo a dura prova i nervi degli operatori.

Una protesta che arriva dopo quella di alcuni giorni fa fuori la Prefettura di Caserta e dopo quelle, nei mesi scorsi, tese ad occupare più volte la sala consiliare anche per più giorni, con gli operatori che hanno anche subito denunce da parte della dirigente competente. Oltre al danno quindi anche la beffa.

E' bene ricordare che il mercato ortofrutticolo di Aversa è chiuso dal giorno 11 ottobre 2019 a seguito dell’intervento di Nas ed Asl, che, con relativo verbale, hanno intimato all’Ente proprietario della struttura (Comune di Aversa) di effettuare gli interventi necessari per il ripristino delle norme igienico sanitarie; gli interventi di ripristino igienico sanitario (riportati nel verbale di chiusura dei Nas e delle Asl) sin da subito sono stati ritenuti indifferibili ed urgenti; a distanza di 220 giorni i lavori effettuati sono circa al 30% di quelli previsti.

E come se non bastasse "il 30 marzo 2020, con i lavori fermi e la struttura chiusa ed interdetta, il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, a seguito di sopralluogo, provvedeva ad intimare al Comune di Aversa di adeguare l’impianto antincendio; ad oggi, il Comune (trascorsi 55 giorni dalla comunicazione dei vigili del fuoco), ancora non provvede ad inoltrare progetto di adeguamento al predetto Comando Provinciale che (entro 60 giorni dalla ricezione del progetto) deve esprimere preventivo parere favorevole prima che vengano affidati ed eseguiti i lavori di adeguamento dell’impianto antincendio", fanno sapere gli operatori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E quindi l'appello a tutte le istituzioni affinché "si provveda, immediatamente, a fare i lavori necessari perché qui rischiamo tutti la vita".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coprifuoco in Campania, De Luca firma l'ordinanza. Tutti a casa dopo le 23 per 20 giorni

  • Il contagio dilaga nel casertano: 4 morti e 576 nuovi casi. Positivo un tampone su 3

  • Troppi contagi: "Marcianise sarà dichiarata zona rossa"

  • De Luca firma un'altra ordinanza dopo il DPCM di Conte: aperti solo nido e asili, Elementari e Medie con la Dad

  • Caserta piange altre 4 vittime ricoverate col coronavirus. Balzo dei contagi: altri 430 positivi

  • Avvocato multato per aver violato la "zona rossa"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento