Attualità

Senza stipendio da 2 mesi, monta la protesta al Comune: la rabbia degli operatori ecologici

I dipendenti della ditta incaricata alla raccolta dei rifiuti chiedono il pagamento delle spettanze di gennaio e febbraio

Gli operatori ecologici in protesta fuori al Comune

Non hanno ancora ricevuto lo stipendio di gennaio e tra poco scadranno anche i termini per il pagamento della mensilità di febbraio. Per questo motivo i dipendenti della ditta che raccoglie i rifiuti sul territorio di Mondragone si sono dati appuntamento all'esterno del Municipio per protestare e per far sentire la propria voce. 

I sindacati hanno avvisato, nella giornata del 3 marzo, di questa assemblea dalle 10.20 alle 12.20 per tutto il personale operante sul territorio di Mondragone, presso la piazza adiacente al Comune di Mondragone. Nell'avviso viene riportata come motivazione proprio la "mancata erogazione delle spettanze di gennaio" e l'avvicinarsi della "scadenza di febbraio". 

Nel frattempo, i lavoratori non sanno come mantenere le proprie famiglie. Figli, scuola, fitto, mutuo, finanziarie: come far fronte a queste spese e al rischio di essere protestati? Stamattina (5 marzo) hanno tenuto un sit in presso il Municipio, dopo aver lavorato in forma ridotta, garantendo i servizi minimi essenziali. Da parte loro un appello alle autorità preposte, affinché garantiscano il versamento dei corrispettivi, perché "abbiamo delle famiglie da portare avanti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senza stipendio da 2 mesi, monta la protesta al Comune: la rabbia degli operatori ecologici

CasertaNews è in caricamento