rotate-mobile
Attualità

Via Roma a Caserta chiusa al traffico

La strada occupata dalla protesta dei lavoratori Jabil

Caserta si blocca per la protesta dei lavoratori Jabil, l'azienda di Marcianise che ha disposto il licenziamento di 190 dipendenti. Stamattina diversi lavoratori hanno presidiato l'arteria del Capoluogo per un sit in davanti alla sede di Confindustria. La strada è stata chiusa al traffico. 

"Siamo qui - spiega il segretario della Fiom-Cgil di Caserta Francesco Percuoco - per chiedere a Confindustria di sollecitare Jabil a trovare una diversa soluzione a quella dei 190 licenziamenti annunciati due settimane fa".

"In un territorio dove la desertificazione industriale e la crisi occupazionale sono ormai endemici, i paventati licenziamenti per 190 lavoratori della Jabil sono inaccettabili, soprattutto considerando che la vertenza che li coinvolge va avanti ormai da anni - commenta la segretaria della Cgil Sonia Oliviero - Sono decine i presidi e le manifestazione cui questi lavoratori e lavoratrici hanno dato vita in questi anni, con la Cgil sempre al loro fianco. I lavoratori sono stanchi di promesse, di silenzi, di giochi sulla loro pelle. Oggi la Cgil tutta ha partecipato insieme alla Fiom al presidio unitario dei lavoratori, davanti Confindustria. Non è stata la prima volta e non sarà l’ultima, ma siamo stanchi di silenzi o promesse a vuoto. Non ci arrenderemo e non smetteremo di chiedere rispetto per le donne e gli uomini che con il loro lavoro portano avanti - loro sì! - questo Paese. Non arretreremo di un millimetro".

I licenziamenti alla Jabil non sono un fulmine a ciel sereno. L'azienda dell'elettronica, nei vari piani industriali presentati, aveva già annunciato di voler arrivare ad un organico di 250 dipendenti, ritenuto un livello in grado di garantire la realizzazione delle commesse di lavoro. Così finito il periodo Covid sono ripresi i licenziamenti per esubero. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Roma a Caserta chiusa al traffico

CasertaNews è in caricamento