menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La protesta che ha bloccato la Nola-Villa Literno

La protesta che ha bloccato la Nola-Villa Literno

Aziende allagate, esplode la rabbia degli imprenditori. Bloccata la strada | FOTO

Sit in di protesta dopo le esondazioni. "Siamo esasperati"

Sit-in di protesta sulla Nola-Villa Literno nel tratto che collega Via Napoli a Via Delle Dune a Castel Volturno. Si sono riversati in strada i titolari delle aziende agricole, commerciali ed i residenti che hanno subito i maggiori danni a causa delle incessanti piogge dei giorni scorsi.

"Le persone oramai sono esasperate dopo che da giorni sono sommerse dalle acque ed hanno deciso di bloccare questa arteria nella speranza che le autorità pongano rimedio alle emergenze" spiega Cesare Diana, fattosi portavoce dei manifestanti delle campagne tra Castel Volturno e Villa Literno più colpite dalla furia del maltempo. "E' noto il mal funzionamento delle idrovore del Consorzio di Bonifica che si aggiunge alla cattiva manutenzione dei canali e alle copiose piogge dei giorni scorsi hanno fatto il resto. Non é giusto che si continui ad assistere allo scaricabarile da parte di chi doveva fare e non ha fatto, chi doveva vigilare e non ha vigilato. In primis i sindaci di Villa Literno e di Castel Volturno responsabili del l'incolumità dei cittadini".

Le rimostranze proseguono anche in merito alle pompe inviate dalla Prefettura di Caserta e posizionate nei pressi della centrale di San Sossio ritenute "troppo piccole che non servono neppure a svuotare una piscina". È stato necessario l'intervento dei carabinieri per sgomberare l'area dai manifestanti e consentire la regolare viabilità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento