Giovedì, 29 Luglio 2021
Attualità

I genitori dei bambini autistici protestano in Regione. Tre consiglieri casertani li incontrano | FOTO

Gianpiero Zinzi, Giovanni Zannini e Gennaro Oliviero a sostegno dei manifestanti

La protesta dei genitori in Regione

Un folto gruppo di genitori e rappresentanti delle associazioni di bambini e ragazzi affetti da disturbi dello spettro autistico, questa mattina ha manifestato davanti al Consiglio regionale per chiedere la modifica della delibera regionale n. 131 del 31/03/2021, riguardante “percorso diagnostico terapeutico assistenziale per la presa in carico globale e integrata dei soggetti con disturbi dello spettro autistico in età evolutiva”.

Insieme coi genitori, al Centro Direzionale a Napoli, ha manifestato anche il consigliere regionale casertano della Lega Gianpiero Zinzi. “Parlare di autismo ed escludere la terapia Aba è follia. Bisogna approcciarsi a questa condizione con cognizione di causa e soprattutto ascoltando sempre chi vive in questo mondo e ne conosce le esigenze” ha dichiarato. “Abbiamo presentato una mozione perché in Aula l’intero Consiglio impegni la Giunta regionale a modificare la delibera 131. E’ arrivato il tempo di passare dalle parole ai fatti, la legge regionale sull’autismo non è più rinviabile”.

I genitori hanno poi incontrato il consigliere regionale di Mondragone Giovanni Zannini il quale, dopo l’incontro tra i delegati delle famiglie con figli autistici e il direttore generale della U.O.D. Salute Antonio Postiglione, ha dichiarato: “Ci sarà una nota ufficiale con cui la Regione Campania garantirà la continuità di tutte le prestazioni di assistenza e sanitarie per l’autismo”.

Una rappresentata di genitori è stata poi accolta dal presidente del consiglio regionale della Campania Gennaro Oliviero. Quest’ultimo ha chiarito di aver già scritto, all’indomani della delibera, una lettera al Presidente della Giunta Regionale, Vincenzo De Luca, per rilevare, essendo lui stesso stato promotore della sperimentazione del metodo ABA presso l’Asl di Caserta, che questa è ritenuta, fin qui, una eccellenza in Campania.  Il metodo è risultato avere grande successo nella diagnostica e nella terapia dell’autismo in età evolutiva e per tale motivo: “Ho chiesto che in questa delibera vengono apportate delle modifiche per evitare la battuta di arresto nella provincia di Caserta e  tutelare i percorsi terapeutici già avviati che sono risultati una grande fonte di aiuto per i genitori – ha evidenziato il Presidente Oliviero -  Per le altre province questa delibera è oro, mentre, per la provincia di Caserta rischia di divenire piombo”. Il Presidente Oliviero chiede una norma transitoria che, considerati i risultati nella provincia di Caserta, porti tutte le Provincie, in breve tempo, ad equipararsi. “Il tema è così caldo ed avvertito che ancor oggi, con l’auspicio di risolvere, scriverò nuovamente al Presidente De Luca”, ha concluso il Presidente dell’Assemblea regionale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I genitori dei bambini autistici protestano in Regione. Tre consiglieri casertani li incontrano | FOTO

CasertaNews è in caricamento