Il regista Crespi lancia un messaggio d'affetto all'assessore sotto scorta: "Sono con te, amico mio"

Solidarietà a Benedetto Zoccola dopo che gli è stato recapitato un proiettile in Comune

Ambrogio Crespi e Benedetto Zoccola

“Sono al tuo fianco, amico mio. La tua battaglia è la mia”. E’ il messaggio che il regista Ambrogio Crespi ha voluto inviare all’assessore del Comune di Aversa Benedetto Zoccola, a cui, nella giornata di venerdì, è stata recapitata una busta con un proiettile calibro 9 all’interno. Zoccola, testimone di giustizia che da sette anni vive sotto scorta per le sue denunce contro gli affiliati della camorra di Mondragone, è uno dei protagonisti del film ‘Terra Mia, non è un Paese per Santi’, firmato proprio dal regista Crespi che afferma: "Benedetto Zoccola è un grande uomo, che crede nei valori della legalità e si batte per farli valere nel nostro paese denunciando la camorra e la criminalità organizzata. Ma prima di tutto è un amico”.

Il gesto “allarmante” colpisce non “solo l’assessore Zoccola ma tutta l’amministrazione comunale di Aversa guidata dal sindaco Alfonso Golia” per Carlo Marino, sindaco di Caserta e presidente di Anni Campania. “Ad entrambi va la mia personale solidarietà e quella di ANCI Campania. Sono sicuro che le forze dell’ordine e l’autorità giudiziaria faranno immediata luce su questo atto vigliacco che non ferma l’impegno degli amministratori onesti”. 

Solidarietà all'assessore è giunta dal sindaco Enzo Guida e dall'intera amministrazione comunale di Cesa: "Apprendiamo con sconcerto la notizia che l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Aversa Benedetto Zoccola, ha ricevuto presso il Municipio una lettera contenente un proiettile. E’ un atto grave, teso a colpire non solo la figura dell’assessore Zoccola, ma tutta l’Amministrazione Comunale di Aversa guidata dal sindaco Alfonso Golia. Questa vicenda è l’ennesima che riguarda un amministratore comunale e dimostra, ancor di più, come sia difficile operare nelle nostre zone. Siamo vicini e solidali all’assessore Zoccola e all’intera amministrazione comunale, sicuri che non sarà questo vile gesto a frenare il loro impegno".

Anche il gruppo consiliare dei Moderati in consiglio provinciale (composto da Olga Diana, Pasquale Crisci e Michele Di Martino) oltre che il consigliere comunale di Aversa Giovanni Innocenti ha espresso vicinanza all’assessore. “La notizia delle intimidazioni verso Benedetto - dichiara il consigliere regionale Giovanni Zannini - non può che destarci amarezza e sdegno". “L’episodio  mostra, ancora una volta - aggiunge il consigliere provinciale Olga Diana - quanto, purtroppo, sia difficile e pericoloso svolgere il ruolo di amministratore pubblico nelle nostre terre”. “Eventi come questo, oltre a suscitare sdegno ed amarezza - conclude il consigliere Giovanni Innocenti - devono spingerci  a dare, ulteriormente, segnali di fermezza e di contrasto verso l’illegalità e queste pratiche infamanti. Ci aspettiamo, fiduciosi, che la magistratura e le forze dell’ordine possano fare luce quanto prima su quanto avvenuto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arrestato il patron della 'Clinica Pineta Grande'

  • Terribile schianto sulla Nola-Villa Literno: due feriti gravi

  • Reddito di cittadinanza, sospiro di sollievo per 100mila beneficiari

  • Bollo, sconto del 10% anche a Caserta: ecco come averlo

  • Non supera il test di Medicina, il giudice ordina all’Università di farle ripetere la prova

  • Svolta dopo l'esplosione nella palazzina: sequestrato l'intero impianto di serbatoi Gpl

Torna su
CasertaNews è in caricamento