Domenica, 17 Ottobre 2021
Attualità Curti

ELEZIONI Commercio, Puc e politiche sociali: ecco i punti dell'intesa Nacca-Gambardella

'Firmati' i punti programmatici del movimento Curti1

Puc, politiche sociali, istruzione e cultura, commercio. Sono i punti fondamentali sui quali si è basato l’accordo politico-programmatico tra Silvestro Nacca e il candidato sindaco Enzo Gambardella per le prossime elezioni comunali a Curti, frutto dell’intesa tra i movimenti che si sono uniti nella lista ‘Curti1’.

“Sul Piano urbanistico comunale l’impegno è quello di procedere all’approvazione dello strumento urbanistico per favorire il moltiplicarsi delle opportunità di lavoro per i cittadini di Curti – spiegano dal movimento che sfiderà il sindaco uscente Antonio Raiano - e le occasioni di sviluppo qualitativo e dimensionale delle aziende già presenti. L’obiettivo è quello di rimettere in moto l’attività edilizia e, attraverso la realizzazione di una zona artigianale – industriale, attrarre nuovi investimenti d’imprese in paese”.

Il potenziamento delle politiche sociali, poi, è obiettivo sensibile della compagine Curti1. “Per mettere sempre più al centro la persona – affermano dal movimento - dare risposta alle esigenze delle fasce più deboli, riuscire a far fronte in modo sempre più efficace alle quotidiane difficoltà di pezzi importanti della popolazione. Asili e scuole materne, consultori familiari, centri d'assistenza per anziani e malati, iniziative di contrasto all'indigenza e alla marginalità sociale, luoghi di prevenzione e recupero delle devianze giovanili, non solo qualificano la comunità in senso solidale ma forniscono anche nuove opportunità di lavoro. L’obiettivo principale è, quindi, quello di migliorare la qualità di vita di tutti i cittadini, per favorirne indipendenza e piena partecipazione alla società di tutti”.

Nacca e Gambardella ritengono prioritario poi intervenire per salvaguardare la famiglia e le sue esigenze, restituire agli anziani un'identità autonoma ed una prospettiva di vita serena e soddisfacente. “E’ inderogabile - per Curti1 - la necessità di sostenere le famiglie che si prendono cura dei propri familiari in età avanzata”.

Per quanto riguarda le politiche per istruzione e cultura, “l’impegno è quello di dare attenzione prioritaria alla verifica della situazione strutturale delle scuole dell'infanzia, delle scuole primarie e secondarie inferiori. L’introduzione delle attività scolastiche pomeridiane dedicate all'educazione civica per la formazione alla vita di comunità, coinvolgendo le associazioni presenti sul territorio, è un punto sul quale i due gruppi politici garantiscono massimo impegno. La cultura, poi, dovrà registrare un investimento continuo e necessario che alimenti, dia carattere, coscienza e aiuti la crescita etica e morale della città. Ogni iniziativa sarà ricondotta a un progetto univoco con trasparenza e ambizione. Il patrimonio culturale di Curti, la sua storia, ha bisogno di essere conosciuto e valorizzato anche dai cittadini stessi. Si lavorerà per costruire iniziative e programmi insieme a chi opera nei diversi ambiti culturali a livello locale. Individuare vie di sviluppo economico compatibili con il territorio, perseguibili per i cittadini, che s’ispirino a modelli di sostenibilità e fornire ai cittadini stessi tutti gli strumenti necessari per raggiungere tale scopo dialogando con gli operatori economici interessati, adottando misure finalizzate ad introdurre nel sistema economico competenze, tecnologie e capitali in grado di ampliare i settori produttivi e i mercati di destinazione”. E’ questa la ricetta di Curti1 per il commercio, con un’attenzione particolare anche all’agricoltura ed all’artigianato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

ELEZIONI Commercio, Puc e politiche sociali: ecco i punti dell'intesa Nacca-Gambardella

CasertaNews è in caricamento