Una struttura galleggiante per accogliere i turisti nella zona dei Laghi Nabi

Si chiama KL-House, promette basso impatto ambientale, successo per le nostre aree, benessere ed alto comfort per chi ovunque vi abiterà

Il progetto innovativo KL-House

Dalla Campania arriva la ricerca per nuove forme di accoglienza turistica dalle potenzialità sorprendenti, in linea con lo sviluppo dell’architettura sostenibile, accreditata in tutto il mondo. Si chiama KL-House, oggi è solo un rendering, ma già in fase di installazione a Castel Volturno, promette basso impatto ambientale, successo per le nostre aree, e benessere ed alto comfort per chi ovunque vi abiterà.

A causa degli ultimi avvenimenti internazionali, come la pandemia per Covid-19 o il degrado della terra per lo sfruttamento incondizionato, la società sembra essere pronta a scelte sempre più sostenibili in architettura. La ricerca, infatti ha radici lontane, frutto di evoluzione e sperimentazione, come per Eoss Architettura, degli architetti Beniamino di Fusco e Maria De Rosa, che dopo anni di lavoro al progetto innovativo KL-House, oggi comprensibile al pubblico e avvenieristico, ha superato il concetto di micro house e le tende, ormai utilizzate in tutto il mondo per arredare parchi dedicati all’accoglienza turistica come glamping o resort naturalistici, perlopiù realizzate con materiali rigidi, come legno o alluminio, progettate e installate anche dalla stessa Eoss Architettra, come nella zona dei laghi di Castel Volturno, e ribattezzati Laghi Nabi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Storico peraltro, che determina la novità di Eoss Architettura, rappresentata dalla avveniristica KL-House, una struttura galleggiante su piattaforma, senza fondamenta, né elementi stanziali, che va a porsi a metà tra la small house e la tenda tradizionale indiana o berbera (Tipì o Iurta), una abitazione minima, che si ispira alle lanterne galleggianti Khom Loy, per vivere appieno la natura, come parte di essa. La forma è armonica e i materiali sostenibili, o perlopiù frutto di alta tecnologia al servizio del riciclo per trasformare la materia prima in grande opportunità. Un rifugio ideale, per godersi il verde, galleggiare su un lago, come una casa- barca, ancorati ad una passerella, con la struttura luminescente esternamente, fornita all’interno di tutti i comfort, come un futon per dormire nella zona notte, ed un bagno spazioso e funzionale sempre all’interno dell’abitazione, oltre alla piacevole terrazza all’esterno. Un design esclusivo caratterizza KL-House, come luogo di condivisione e relax di grande versatilità e dal forte impatto estetico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lieve aumento dei contagi nel casertano: ecco i comuni più colpiti della seconda ondata

  • Scuole, il 24 e 25 settembre sarà sciopero: si teme nuovo rinvio dell'apertura

  • I contagi aumentano ancora. Caserta supera Aversa: è la città con più positivi

  • Terremoto a 24 ore dalle elezioni. Candidato sindaco indagato per voto di scambio: "Accuse da mitomani"

  • Record di nuovi contagi nel casertano: mai così tanti in un giorno

  • Nuovo boom di contagi nel casertano, ma crescono anche i guariti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento