Attualità

Caos rifiuti, litorale diviso in due tra ordinanze di divieto e raccolta ‘normale’

A Sessa Aurunca servizio regolare, nella vicina Cellole il Comune costretto a vietare il conferimento dell'umido

Pochi chilometri di distanza ma due situazione ben diverse. Il caos rifiuti che da settimane attanaglia la provincia di Caserta, con numerosi comuni costretti ad emanare ordinanze di sospensione della raccolta dei rifiuti sta ‘separando’ i vicini centri di Sessa Aurunca e Cellole.

Nel primo, come ricorda il sindaco Silvio Sasso, “la raccolta dei rifiuti è per ora regolare se pur con qualche disagio”. “Da noi - spiega il primo cittadino - la certosina attenzione dell’unità di crisi comunale composta dal sottoscritto, dall’assessore Fausto Fusco, dal Dirigente Tommaso Fusco in contatto con il coordinatore della raccolta, hanno finora contenuto gli effetti negativi che tuttavia potrebbero ancora verificarsi nei prossimi giorni”.

Diversa invece la situazione nella vicina Cellole, dove il sindaco facente funzione Giovanni Iovino (il primo cittadino Cristina Compasso è fuori sede) a seguito della nota con cui la società affidataria del servizio di smaltimento della frazione organica proveniente dalla raccolta differenziata ha comunicato la situazione di emergenza degli impianti finali di compostaggio, ha emesso ordinanza di divieto di conferimento dei rifiuti organici (umido) per il 6 e 7 agosto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos rifiuti, litorale diviso in due tra ordinanze di divieto e raccolta ‘normale’

CasertaNews è in caricamento