Strappo della Lega, i consiglieri assenti alla 'prima'. Presentata la giunta senza deleghe I FOTO

Manca anche il vice: in giunta anche Simona Visone. Scialla contesta l'elezione di Riccardo per un ricorso al Tar contro il Comune. Scelta la commissione elettorale

Il sindaco Petrella e la nuova giunta presentata in consiglio comunale

Le porte della casa comunale di Castel Volturno si sono aperte per il primo consiglio comunale tenutosi  venerdì che ha evidenziato vecchie ruggini, intenti ancora propagandistici e dichiarazioni di pace apparente nella presentazione della giunta comunale ai cittadini castellani.

Erano presenti per la maggioranza i consiglieri Francesca Luongo, Flavio Iovene, Giulio Natale, Rocco Ambrosone, Dario Napoletano, Vincenzo Riccardo, Veronica Sara Sperlongano, Pasquale Marrandino; per l’opposizione Guido Schiavulli, Anastasia Petrella, Nicola Oliva, Peppe Scialla, Rossella Raimondo. Presentati ufficialmente anche gli assessori Giovanni Parente, Stefano Tommasi, Ilenia Ferrara, Maria Eleonora Conte, Simona Visone, ma le deleghe non sono state ancora assegnate. Grande assente (oltre ad Antonio Luise e Giuseppe Daria) la Lega a testimoniare la spaccatura che c’è stata sulla scelta della giunta.

Lo svolgimento della seduta ha riservato molti colpi di scena. All’atto di convalida degli eletti alla carica di consiglieri comunali è stata sollevata immediata l’obiezione del consigliere di opposizione Peppe Scialla nei riguardi del consigliere di maggioranza Vincenzo Riccardo. Il dubbio sollevato riguarda la portata dell’interesse forse più personale che pubblico di cui si fa portavoce Riccardo poiché sottoscrittore di un ricorso al TAR Campania contro il Comune di Castel Volturno in merito alla questione del parco pubblico a Pinetamare. “Il consigliere Riccardo – ha affermato il consigliere Scialla - legittimamente fa parte del consiglio comunale poiché ad oggi non ha alcuna causa di incompatibilità con la carica di consigliere, ma tale causa è stata eliminata poco prima della nomina poiché sottoscrittore di un ricorso al TAR Campania contro il Comune di Castel Volturno in qualità di detentore di quote di una srl coinvolta nella questione parco pubblico a Pinetamare. Il mio dubbio è che egli vada a perseguire un interesse di parte poiché il procedimento di cui si è fatto portavoce è ancora in corso anche se il Tar si è pronunciato con il rigetto dell’istanza di sospensione del provvedimento amministrativo impugnato. Mi chiedo quindi quanto l’esito di questo ricorso andando ad incidere sull’interesse dell’azienda di cui è socio Riccardo, lo renda imparziale come consigliere ed alla luce di ciò faccio richiesta di astensione di voto sulla convalida dell’eletto Riccardo”. La replica del consigliere Riccardo ha solo evidenziato la mancanza di interesse del sindaco uscente Dimitri Russo sulla questione dei parcheggi pubblici a Pinetamare tanto da giustificare il ricorso al Tar.

Le polemiche non sono mancate nemmeno in merito all’elezione a Presidente del Consiglio Comunale di Pasquale Marrandino provenienti sempre in seno all’opposizione e nello specifico da Nicola Oliva che ne chiedeva le dimissioni poiché ha tenuto “una condotta scorretta prima, durante e dopo le elezioni, tradendo prima l’amico e poi i cittadini”. Il neo sindaco Petrella ha ammonito i presenti: “E’ finita la campagna elettorale. Amministrare un comune come il nostro non è semplice, i problemi che dobbiamo affrontare non saranno di facile soluzione occorre pertanto fare appello alla responsabilità e la ragionevolezza con un totale impegno da parte di tutti che coinvolga tutti gli attori non solo del consiglio comunale ma tutti i soggetti della società civile che per vari motivi si interessano alla vita politica e sociale della nostra città. Un impegno totalizzante con un obiettivo comune ovvero il miglioramento della qualità della vita della nostra comunità. Solo attraverso uno sforzo collettivo si possono raggiungere obiettivi di crescita sociale, civile ed economici che ogni cittadino auspica per sé e per la comunità a cui appartiene. Bisogna fare fronte comune e lasciare  fuori la porta della casa comunale interessi personali e fini propagandistici. Difficile certo ma non impossibile”.

Si è proceduto alla nomina dei capogruppo partitici in seno al consiglio: Giulio Natale per Forza Italia, Flavio Iovene per Fratelli d’Italia, Dario Napoletano per la lista ‘Siamo Castel Volturno’, Vincenzo Riccardo per ‘Rinascita Litorale Domizio’, Nicola Oliva per ‘Cento Voti per la svolta’, Guido Schiavulli per il M5S, Peppe Scialla per il PD. La Commissione elettorale sarà composta invece da Raimondo, Iovene ed Ambrosone come membri effettivi e Luise, Napoletano e Petrella come membri supplenti. La commissione per l’elezione dei giudici popolari sarà composta dalla consigliera Francesca Luongo per la maggioranza e dal consigliere Guido Schiavulli per l’opposizione. Il sindaco Petrella si è riservato sulla nomina del vicesindaco. Tale scelta ha suscitato ennesime polemiche in una composizione comunale  che seppur nata ancora non cede il posto all’armonia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

Torna su
CasertaNews è in caricamento