menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Dario Abbate, Alessandro Tartaglione, Anna Arecchia ed Antonio Tartaglione

Dario Abbate, Alessandro Tartaglione, Anna Arecchia ed Antonio Tartaglione

Presidente del consiglio, 9 consiglieri chiedono nome condiviso

Il documento dei consiglieri di minoranza inviato al sindaco Velardi

L'opposizione consiliare di Marcianise (composta da Dario Abbate, Anna Arecchia, Paola Foglia, Raffaele Guerriero, Pinuccio Moretta, Antimo Rondello, Pasquale Salzillo, Alessandro Tartaglione e Antonio Tartaglione )ha scritto al sindaco Antonello Velardi sottolineando che "l’esito delle elezioni amministrative, con un corpo elettorale sostanzialmente diviso a metà, se da un lato non consente incertezze nell’individuare la maggioranza consiliare che deve governare la Città, dall’altro impone ai consiglieri comunali di minoranza di affrontare il loro ruolo in modo non ideologico né precostituito e di assumere una posizione costruttiva e responsabile rispetto alle proposte della Maggioranza che arriveranno nel Consiglio Comunale".

Gli esponenti della minoranza ribadiscono che "senza che ciò comporti una confusione dei ruoli assegnati dai Cittadini di Marcianise a ciascuna parte politica, l’interesse generale e il bene pubblico impongono un’assunzione di responsabilità da parte di tutti. L’emergenza derivante dalla diffusione del Covid-19, peraltro, aggrava una situazione di crisi, i cui effetti negativi si ripercuoteranno pesantemente sui Cittadini nei mesi che verranno".

E quindi partendo da queste premesse, i consiglieri comunali di opposizione auspicano che "un analogo sentimento costruttivo e di collaborazione sia manifestato dalla maggioranza consiliare a partire dalle decisioni che saranno assunte nel primo consiglio convocato per lunedì 26 ottobre. Una prima occasione di confronto sarà rappresentata dalla elezione del Presidente del Consiglio, organo istituzionale che, secondo l’articolo 12 dello Statuto Comunale, tutela le prerogative di tutti i Consiglieri Comunali ed esercita l’incarico con imparzialità, equilibrio ed indipendenza".

I consiglieri, su tali premesse, "confidando nel buon senso di tutti i componenti del civico consesso, si augurano che, nella scelta del Presidente, si possa individuare una figura quanto più imparziale, equilibrata ed indipendente tale da garantire il sereno e corretto funzionamento del Consiglio Comunale nell’interesse dei Cittadini e della Città. Sicuramente una proposta della maggioranza di tale fattezza troverà l’unanime approvazione anche da parte degli scriventi consiglieri di opposizione. La condivisione nella scelta del Presidente del Consiglio porrà le fondamenta per l’auspicata democratica collaborazione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Tar annulla l'ordinanza di De Luca sulla chiusura delle scuole

Attualità

Maestra positiva al Covid: chiusa la scuola

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento