Il premier Conte guarda alla 'Fase 3': "L'emergenza sanitaria è quasi alle spalle, ora rilanciamo l'economia"

Il presidente del Consiglio: "Per una settimana convocherò tutti gli attori del sistema Italia a Palazzo Chigi per sfruttare al meglio i finanziamenti del Recovery fund"

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte

“I dati sono incoraggianti”. Così il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha aperto la conferenza stampa sull’emergenza coronavirus per fare il punto della situazione nel giorno in cui si sono riaperti anche i confini tra le regioni e guardando alla 'Fase 3' della pandemia. “C’è grande attenzione per la socialità ritrovata, ci meritiamo il sorriso e l’allegria dopo settimane di duri sacrifici - ha affermato - ma è bene ricordare che se siamo tra i primi paesi europei a riattivare tutto in condizioni di sicurezza è perché abbiamo accettato di compiere dei sacrifici, di modificare le nostre radicate abitudini di vita. Dico solo di fare attenzione: ad oggi restano il distanziamento fisico e l’utilizzo, ove necessario, delle mascherine. Abbandonare il rispetto perché si ritiene che oggi il virus sia scomparso è una grave leggerezza, perché quotidianamente registriamo ancora contagi”.

Conte ha poi parlato della questione economica: “La fase più acuta dell’emergenza sanitaria è alle spalle, ora dobbiamo fare i conti con l’emergenza economica. In questi mesi abbiamo stanziato fondi enormi, non era successo mai, ma ci rendiamo conto dei ritardi e che ci stiamo confrontando con un apparato dello Stato che non era pronto ad effettuare tali operazioni. Ho già chiesto scusa per i ritardi, ma ci stiamo lavorando ancora. Ma questo è solo l’inizio di un percorso di rilancio del nostro Paese. Penso alla manifattura, al turismo, allo spettacolo: ci sono alcuni settori che soffrono ancora e torneremo ad intervenire con nuove misure”. Però, ha sottolineato il premier, “questa crisi la dobbiamo sfruttare per superare i problemi strutturali del Paese. Deve essere un nuovo inizio. Abbiamo un’occasione storica perché la commissione Europea ha messo sul tavolo una proposta, quella del Recovery Fund, che permetterà di avere a disposizione fondi consistenti. Dovremo cogliere l’opportunità e spendere bene i soldi. Ed è su questo che lavoreremo e su questo si misurerà la forza e la credibilità del sistema Italia”.

Il premier ha annunciato che verrà “modernizzato il Paese, incrementati i pagamenti elettronici e portata la banda larga in tutti i territori. Dobbiamo rendere strutturali misure come ‘Impresa 4.0’ per rilanciare gli investimenti pubblici e privati, tagliando la burocrazia. Dobbiamo accompagnare tutte le imprese verso un’economia sostenibile e puntare forte sul diritto allo studio. Andremo a bandire migliaia di posti per i ricercatori, investiremo nelle tecnologie digitali e nella scuola”. Poi tocca anche la giustizia: “La media di un processo sconsiglia ad un imprenditori di investire in Italia, ma purtroppo abbiamo un codice civile che risale al 1942 che non ha mai avuto una riforma organica. Per questo chiedo a tutte le forze politiche di lavorare per approvare questi disegni”.  Poi un passaggio sul fisco “iniquo ed inefficiente. Ci dovremo lavorare e lo stiamo già facendo”.

“La somma che l’Europa metterà a disposizione dell’Italia - chiarisce Conte - non potrà essere considerato un tesoretto che verrà conservato dal governo in carica, ma saranno fondi messi a disposizione per rilanciare l’Italia. Convocherò per una settimana tutti i principali attori del Sistema Italia: parti sociali, associazioni di categoria, singoli menti brillanti. Abbiamo già una base di partenza, il report del comitato presieduto da Vittorio Colao. Ora siamo nella fase finale, è necessario un confronto aperto sulle nostre idee per la rinascita dell’Italia”.

Il presidente del Consiglio hai poi chiarito che verranno chiesti i soldi all'Europa per la cassa integrazione, mentre sul Mes si tiene in bilico: "Aspettiamo i regolamenti e poi valuteremo in Parlamento. Ma ricordiamoci che parliamo di prestiti, non di soldi a fondi perduto". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso ma rinuncia al lavoro in Comune a tempo indeterminato

  • Klaus Davi fa ballare la techno al figlio di Sandokan per pubblicizzare il nuovo libro | VIDEO

  • Nel casertano un salvadanaio da 2,4 milioni di euro depositati alle Poste

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

  • Lutto a scuola, muore professoressa di 56 anni

  • Oltre 900 nuovi casi e 3 vittime del Covid. Aumenta percentuale positivi

Torna su
CasertaNews è in caricamento