menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Ponte Vapore di Maddaloni sequestrato a febbraio del 2020

Il Ponte Vapore di Maddaloni sequestrato a febbraio del 2020

Ponte Vapore, al via la ricostruzione: il Comune procede col vincolo all'esproprio

La struttura fu sequestrata dalla Procura della Repubblica a febbraio del 2020 a causa delle condizioni precarie dal punto di vista statico

Prosegue l'iter per la 'rinascita' del Ponte Vapore di Maddaloni. La giunta comunale guidata dal sindaco Andrea De Filippo ha preso atto, lo scorso 15 dicembre, del progetto esecutivo per la ricostruzione della struttura, che a febbraio del 2020 era finita sotto sequestro da parte della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere a causa delle condizioni precarie dal punto di vista statico, non idonee a sopportare i carichi del traffico veicolare. 

Il progetto, introdotto dalla Rete Ferroviaria Italiana, prevede la demolizione e la successiva riedificazione del cavalcaferrovia sulla tratta Roma-Napoli, esistente all'inizio del secondo tratto di via Cancello. Per consentire l'esecuzione dei lavori la giunta, su proposta del responsabile comunale dell'ufficio Lavori pubblici Stefano Piscopo, ha proceduto all'apposizione del vincolo espropriativo e alla declaratoria di pubblica utilità dell'opera.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento