menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ponte Vapore, sindacati all'attacco dopo il sequestro: "Subito l'abbattimento"

"Serve ricostruirne uno ex novo, più largo e con passaggi pedonali, oggi inesistenti"

Dopo il sequestro preventivo del ponte Vapore a Maddaloni anche le segreterie provinciali di Filt Cigl, Fit Cisl e Uilt Uil, rappresentate rispettivamente da Lustro, Federico e Sperlongano, sono tornate all'attacco ed hanno chiesto "una accelerazione degli adempimenti necessari per il ponte affinché possa essere finalmente essere funzionale alle esigenze dei cittadini e dei residenti, che transitano quotidianamente con auto e camion per motivi privati e commerciali".

I sindacati chiedono "semplicemente" che venga portato avanti il progetto "già approvato dalla Rete Ferroviaria Italia e dal consiglio comunale" per "l'abbattimento e il rifacimento del ponte". Sì perché già c'è un accordo in essere con Telecome Snam Gas per la "rimozione e ricollocazione dei sotto servizi" e quindi si deve solamente procedere all'abbattimento e alla ricostruzione, per motivi di sicurezza del ponte, per la "realizzazione di un ponte moderno, più grande, largo e con passaggi pedonali, ad oggi completamente inesistenti. Tutti lavori che arriveranno in ritardo a causa di una burocrazia tutta italiana, le cui negative conseguenze si riversano solo ed esclusivamente sui cittadini". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento