Attualità Casapulla

Politiche ambientali, "Casapulla C’è" sprona l’amministrazione ad elaborare il progetto

Il Comune può sfruttare un contributo da 23mila euro

I consiglieri del gruppo 'Casapulla C'è'

"L’emergenza sanitaria dovuta al Covid-19 ed i precari equilibri che si sono riscontrati a livello sociale, economico ed anche politico ci hanno messo di fronte a una scelta ben precisa: attaccare questa amministrazione con critiche strumentali per tutto ciò che non è stato fatto oppure proseguire per la strada del buonsenso, di costruzione di relazioni nell’interesse generale dei cittadini casapullesi". E' quanto si legge in una nota del gruppo consiliare 'Casapulla C'è' guidato da Michele Sarogni

"Abbiamo optato per la seconda strada, assecondando quello che è il modo di fare che da sempre contraddistingue il gruppo politico Casapulla C’è, cioè opposizione costruttiva e propositiva: consapevoli che alcune cose non sono andate come dovevano abbiamo preferito far lavorare in tranquillità l’amministrazione in modo che alcune delle opere che avevamo programmato prima del commissariamento si portassero a compimento. Pertanto la nostra attività politica continua, stavolta proponendo all’amministrazione la possibilità di partecipare al bando per l’assegnazione di contributi per l’elaborazione e la realizzazione di progetti di miglioramento e promozione ambientale, nei limiti delle risorse assegnate dalle Delibere CIPE, che ogni anno destinano all’Ente risorse a titolo di compensazione ambientale previste dall’art. 4 della Legge n. 368/2003".

Infatti è stata protocollata il 10 luglio 2021 in Comune una lettera di segnalazione a partecipare all’avviso pubblico per l’erogazione del contributo a progetti di miglioria ambientale messi a disposizione dalla Provincia di Caserta. Le risorse disponibili per l’erogazione dei contributi assommano a 1.800.000 euro. Ciascun comune del territorio provinciale potrà elaborare e presentare un solo progetto, afferente ai seguenti ambiti di intervento: tutela delle risorse idriche; bonifica dei siti inquinati; gestione dei rifiuti; difesa e assetto del territorio; conservazione e valorizzazione delle aree naturali protette e tutela della biodiversità; difesa del mare e dell’ambiente costiero; prevenzione e protezione dall’inquinamento atmosferico, acustico ed elettromagnetico; efficientamento e/o risparmio energetico; interventi per lo sviluppo sostenibile. I soggetti beneficiari dei contributi sono tutti i comuni della provincia di Caserta, che rispettino i requisiti previsti dal Bando. I progetti saranno finanziati fino ad esaurimento delle risorse. Il contributo massimo che l'Amministrazione potrà richiedere, avendo una popolazione inferiore ai 9.000 abitanti, è pari a 23.000 euro.

"Alla luce di quanto sopra esposto ci si auspica che gli attuali amministratori, ciascuno in ragione delle competenze rispettivamente attribuite, si attivino ad elaborare un progetto entro i termini previsti dal decreto (entro 45 giorni dalla pubblicazione del provvedimento) per poter migliorare la qualità del nostro territorio con fondi extra comunali" concludono gli esponenti del gruppo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Politiche ambientali, "Casapulla C’è" sprona l’amministrazione ad elaborare il progetto

CasertaNews è in caricamento