rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Attualità Aversa

Tassa sui rifiuti: dopo le polemiche rinviati i pagamenti delle cartelle aumentate

La giunta costretta a correre ai ripari dopo le numerose lamentele. “Ma così pagheremo 5 rate in un anno”

Pagare tutti, pagare meno. E’ il “mantra” della campagna elettorale di tutti i politici che, purtroppo,  difficilmente si riesce a mantenere.

Emblematico il caso di Aversa dove, a pochi giorni da Natale, i contribuenti si sono ritrovati la tassa sui rifiuti con aumenti fino al 20% e, soprattutto, divisa in appena due rate (una in meno rispetto al solito).

Una brutta ‘botta’ per i cittadini che hanno riversato tutta la propria rabbia sui social, accusando l’amministrazione comunale guidata da Alfonso Golia di tartassarli. Gli aumenti, in realtà, sono stati decisi su input dell’assessore Francesca Sagliocco, anche per andare a coprire quella parte di evasione che ancora non si è riuscita ad eliminare, cercando di coprire, per intero, la spesa della raccolta rifiuti.

Ma le polemiche che ne sono scaturite qualche conseguenza l’hanno avuta. Il Comune ha infatti deciso di prorogare le scadenze al 31 gennaio 2022 (rispetto al 15 dicembre) ed al 31 marzo (quella prevista per il 28 febbraio).

Ma neanche questo sembra aver soddisfatto a pieno. “Così pagheremo 5 rate in un anno” è la nuova lamentela.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tassa sui rifiuti: dopo le polemiche rinviati i pagamenti delle cartelle aumentate

CasertaNews è in caricamento