Tenneriello accusa il sindaco: "Approfitta delle comunicazioni Covid per attaccare gli avversari"

Continua la polemica a distanza tra il consigliere comunale ed il primo cittadino

Angelo Tenneriello

Non si arresta la polemica a distanza tra il consigliere comunale Angelo Tenneriello ed il sindaco Andrea De Filippo con il primo che accusa sui ritardi e le modalità di comunicazione ai cittadini in merito all'emergenza Covid ed il secondo che respinge le accuse bollandole come "speciose".

Dopo il videomessaggio del primo cittadino che aveva informato la città calatina di due casi provenienti dall'estero arriva la replica di Tenneriello. "Noi non vogliamo fare polemiche o sciacallaggio politico su un argomento tanto importante quale il Covid ma il sindaco, massima autorità sanitaria della città, dovrebbe sapere se si tratta di contagi autoctoni o importati. Un conto è il contagio di importazione in assenza di contatti con la popolazione del luogo di arrivo ed un conto è il contagio locale o di importazione con eventuali contatti con la popolazione locale. Il probabilmente pronunciato dal sindaco genera dubbi e perplessità sull'intera vicenda", spiega Tenneriello.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Tra l'altro - prosegue - è prassi oramai consolidata l'informativa del sindaco ai concittadini circa la presenza di soggetti positivi ovviamente omettendo l'identità per la tutela della privacy. Il sindaco De Filippo non solo informa la città con un ritardo di 24 ore ma utilizza la cassa di risonanza offerta da una informativa Covid per criticare opposizione ed avversari. Ci perdoni caro sindaco se dopo 350 giorni di lavoro abbiamo osato criticarla sotto un ombrellone. Ci perdoni se abbiamo osato chiederle ciò che normalmente fanno tutti i sindaci d'Italia cioè informare. Ci perdoni se abbiamo pensato di essere cittadini e non sudditi. Lei caro sindaco aveva promesso una città normale che allo stato attuale tanto normale non è. Dice di avere attualmente le mani legate nel suo agire e fare in quanto limitato dalla mancata approvazione del bilancio di previsione. Peccato che ha scelto lei di convocare il consiglio comunale per l'approvazione del bilancio di previsione all'inizio di settembre. Avrebbe potuto convocarlo ad inizio agosto ma probabilmente temeva tante assenze nella sua folta schiera di consiglieri comunali. Caro sindaco come suol dirsi non le ha prescritto il medico di candidarsi alla carica di sindaco. Sicuramente la sua è stata una scelta libera e nel suo caso anche reiterata", conclude.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz all'alba: 38 arresti. Fiumi di coca, marijuana ed hashish 'coperto' da vedette TUTTI I NOMI

  • Il coprifuoco di De Luca: stop agli spostamenti fra le province, attività chiuse dalle 23

  • Nuovo record di contagi in un giorno: 321 nuovi casi e 2 morti

  • Il Covid colpisce ancora: 187 nuovi positivi nel casertano

  • Coprifuoco in Campania, De Luca firma l'ordinanza. Tutti a casa dopo le 23 per 20 giorni

  • “Scuole riaperte da mercoledì”, ma De Luca spegne l’entusiasmo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento