rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Attualità Casal di Principe

Piscina comunale, riapertura nel mirino. "Sarà il fiore all'occhiello della città"

L'assessore annuncia i lavori: "Impegnati 656mila euro"

Presto riaprirà la piscina comunale. A darne notizia l’assessore comunale, delegato anche allo Sport, Antonio Schiavone: “Ci siamo, è tutto pronto per i lavori di riqualificazione della piscina comunale e per l’efficientemento energetico. E’ stato pubblicato il bando di gara che scadrà il 28 novembre per i lavori di riqualificazione della piscina comunale. L’importo dei lavori ammonta a 656mila euro. I lavori da eseguire sono molti, dalla nuova copertura in legno al rifacimento di tutti gli impianti funzionali alla piscina. Posso garantire che sarà una struttura completamente diversa da quella attuale, sarà una struttura all’avanguardia, confortevole e molto funzionale. Noi Casalesi meritiamo di fare sport nella nostra città, soprattutto meritiamo di fare sport all’interno di strutture adeguate, lo abbiamo fatto con lo stadio Comunale ed ora lo faremo con la Piscina”.

Il progetto individua un insieme di interventi distinti finalizzati a conseguire una riqualificazione dell’impianto sportivo comunale nonché un miglioramento significativo sotto il profilo tecnico-funzionale ed economico in riferimento alla gestione dei consumi energetici. All’interno del mondo dell’edilizia, gli impianti sportivi rappresentano una delle categorie più energivore. In particolar modo sono degni di nota i centri natatori. In questo caso l’obiettivo è il miglioramento globale delle prestazioni del complesso sportivo, sul contenimento delle spese energetiche e di gestione nonché sul miglioramento della fruibilità e del benessere ambientale degli utenti. Al fine rigenerare l’intero polo sportivo nell’ottica di una fruibilità più ampia, estesa quindi all’intero complesso di dotazioni interconnesse, si è scelto di estendere gli interventi al campo di calcetto, quest’ultimo, come la piscina, versante in condizioni di degrado.

La scelta degli interventi adottati per l’ambito piscina, come anticipato, scaturisce dalla necessità di ottimizzare in primis lo sfruttamento dell’energia, conseguendo insieme un incremento del confort termico e un risparmio energetico in termini economici ed ambientali. L’impianto sportivo comunale potrà quindi essere gestito da Federazioni Sportive, Enti di promozione sportiva, Enti non Commerciali e Associazioni Sportive senza fini di lucro, che perseguono finalità formative, ricreative e sociali nell’ambito dello sport e del tempo libero e che dimostrino capacità operativa adeguata alle attività da realizzare. La Giunta Comunale definisce con proprio atto i criteri con cui scegliere i concessionari, tenendo conto nella assegnazione dei punteggi delle seguenti priorità e poi dà il via all’affidamento per salvaguardare anche la ‘gestione’ effettiva dell’impianto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piscina comunale, riapertura nel mirino. "Sarà il fiore all'occhiello della città"

CasertaNews è in caricamento