menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'angioletto della Fontana di Venere e Adone

L'angioletto della Fontana di Venere e Adone

Piantine del Giardino Inglese in vendita per il restauro dell'angioletto

La raccolta fondi alla Reggia per riparare il puttino della Fontana di Venere e Adone

Piantine del giardino inglese della Reggia di Caserta messe in vendita per il restauro dell'angioletto della Fontana di Venere e Adone.

La Reggia di Caserta, grazie alla preziosa collaborazione dell'associazione Amici della Reggia di Caserta, da oggi, mette a disposizione dei suoi visitatori le piante originate, da seme e da talea, dalle specie introdotte tra la fine del ‘700 e l’inizio dell’800 nel Giardino Inglese. Un’occasione unica per avere un simbolo del Complesso vanvitelliano, rinnovando la tradizione borbonica di tutela dei rari esemplari del Real Orto Botanico di Caserta, e partecipare alla raccolta fondi organizzata dal sodalizio presieduto da Paolo Provitera.

Dieci le pregiate specie selezionate. Tra queste la Russelia, il Canforo, la Begonia, la Pianta Alluminio e la Camelia japonica, il cui primo esemplare arrivato nell’Europa continentale venne messo a dimora proprio nel Parco, nel 1786, dal giardiniere di corte John Andrew Graefer.

Il ricavato verrà utilizzato per il restauro dell’angioletto della Fontana di Venere e Adone. La statua, che fa parte del gruppo scultoreo in marmo bianco di Carrara realizzato da Gaetano Salomone tra il 1784-1789, sarà oggetto di un intervento di riposizionamento dell’arto mancante. Il putto, infatti, è da anni privo di un braccio.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

social

Un grave lutto colpisce il pizzaiolo Francesco Martucci

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento