menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un cittadino fa ricorso, il Tar blocca il Puc

La decisione del giudice del tribunale amministrativo: autorizzata la rinotifica del ricorso alla Provincia

Bloccato il Piano urbanistico di Casapesenna. Questa la decisione del Tribunale Amministrativo Regionale della Campania, Sezione Ottava, presidente Francesco Gaudieri, che ha emesso un'ordinanza nella quale autorizza il ricorrente, un cittadino di Casapesenna, alla rinotifica del ricorso alla Provincia di Caserta (che merita accoglimento) avverso la Deliberazione adottata dal Comune in sede di autotutela. In pratica un cittadino ha presentato ricorso al Puc del Comune per "l'annullamento previa sospensione dell'efficacia, della Delibera del Consiglio Comunale del Comune di Casapesenna numero 2 del 22 febbraio 2020 pubblicata sull'albo pretorio del medesimo Comune in data 13 marzo 2020, di approvazione del Piano Urbanistico Comunale (P.U.C.)". E ovviamente di "tutti gli atti preordinati connessi e consequenziali in essa richiamati". Per il giudice "la richiesta di parte ricorrente di essere autorizzata alla rinotifica del ricorso alla Provincia di Caserta meriti accoglimento, fatta salva la proposizioni di motivi aggiunti – come preannunciati dalla stessa parte ricorrente – avverso la Deliberazione adottata dal Comune in sede di autotutela". E per questo motivo il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania (Sezione Ottava) autorizza la rinotifica del ricorso e rinvia la trattazione dell’istanza cautelare a nuovo ruolo, fatta salva la proposizione di motivi aggiunti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Tar annulla l'ordinanza di De Luca sulla chiusura delle scuole

Attualità

Quaterna da sballo ad Aversa: vinti 120mila euro

Ultime di Oggi
  • Attualità

    L’allarme di De Luca sui vaccini: “Forniture dimezzate”

  • Cronaca

    Casalesi in Toscana, preso anche l'ultimo indagato: era in un 'B&b'

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento